Strage della Lanterna Azzurra, a Corinaldo il campus ‘Be your hero’, un progetto formativo per superare le difficoltà. Saranno circa 50 i giovani che verranno inseriti in un percorso di allenamento interattivo fisico e mentale, tra sport e arte, per sviluppare empatia verso gli altri, curiosità verso l’ignoto, una maggiore consapevolezza e un solido senso di sicurezza interiore. Soft skills che diventano il nucleo di una...

Strage della Lanterna Azzurra, a Corinaldo il campus ‘Be your hero’, un progetto formativo per superare le difficoltà. Saranno circa 50 i giovani che verranno inseriti in un percorso di allenamento interattivo fisico e mentale, tra sport e arte, per sviluppare empatia verso gli altri, curiosità verso l’ignoto, una maggiore consapevolezza e un solido senso di sicurezza interiore. Soft skills che diventano il nucleo di una nuova opportunità per i ragazzi del territorio provinciale. Si tratta di un campus gratuito inedito quello in programma nel borgo gorettiano dal 3 al 6 giugno, un’iniziativa che ha l’obiettivo di far prendere coscienza di quanto le capacità individuali contino, di come ogni sfida contempli "sconfitte", ostacoli e fallimenti che possono essere superati e metabolizzati. Si parte il 14 maggio con il workshop di "The Spot" dove gli street artist internazionali Biancoshock e Rub Kandy lavoreranno con i ragazzi della scuola secondaria di primo grado "Guido degli Sforza" di Corinaldo, sulla rappresentazione delle loro paure e dei loro limiti. Il progetto Be Your Hero è finanziato nel quadro di Azione ProvincEgiovani, iniziativa promossa dall’Upi e finanziata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per le politiche giovanili ed il Servizio Civile Universale – Capofila Provincia di Ancona, con il patrocinio dell’Agenzia Nazionale per i Giovani. "Con il progetto "Be Your Hero", Corinaldo vuole in qualche modo dare un contributo ad un cambiamento culturale che crede fondamentale per il futuro: rimettere i ragazzi al centro del nostro pensiero e delle nostre azioni e riservare ai giovani lo spazio e il tempo di qualità che meritano. In questi mesi i nostri ragazzi, dalla scuola al piano vaccinale, si sono nuovamente sacrificati per dare priorità ad altre attività e ad altre fasce d’età. È il "Futuro" che lascia spazio al presente se non al passato. La comunità di Corinaldo ha quindi deciso di raccogliere la sfida di un cambio di paradigma e credere un in un progetto, Be Your Hero, che contribuisce a cambiare questo pensiero. La nostra "Città Palcoscenico" si arricchisce di nuovi protagonisti".