La prima dose è stata somministrata al 90% del personale scolastico
La prima dose è stata somministrata al 90% del personale scolastico

Ancona 28 luglio 2021 - Insegnanti marchigiani tra i virtuosi d’Italia. In attesa di capire quali misure assumerà il governo sul fronte della vaccinazione per il personale docente in vista della ripresa delle lezioni in presenza per l’anno scolastico 2021-2022, i nostri rappresentanti hanno dato dimostrazione di grande affidamento. Mentre altre regioni d’Italia fanno i conti con numeri e percentuali molto bassi sul fronte dei vaccinati, da noi le cose vanno molto meglio. Stando ai dati forniti dall’Asur nei giorni scorsi, sarebbero meno di 1.400 i maestri e le maestre, i professori e le professoresse marchigiane non ancora protette. Il tutto su una platea complessiva di quasi 36mila unità.

Green pass falsi: ecco come riconoscerli - Green pass: come ottenerlo in poche mosse - Covid Rimini, focolaio in Hotel: "Ho chiuso l'albergo, altri fanno finta di niente"

Il numero dei non vaccinati aumenta se, oltre al personale scolastico ordinario, si considerano anche i docenti in servizio presso tutti gli atenei italiani. Ma andiamo con ordine e partiamo dall’analisi dei numeri legati, per ora, ai docenti in servizio dai nidi e della materne fino al resto delle scuole dell’obbligo e agli istituti superiori. Ad oggi su 35.812 docenti marchigiani in 34.073 si sono sottoposti almeno alla prima dose di vaccino anti-Covid. La maggior parte ha già concluso il ciclo vaccinale ed è immunizzato grazie anche alla seconda somministrazione, altri sono in attesa di concludere il percorso e la cosa dovrebbe accadere entro poche settimane. C’è poi un’altra statistica legata al complesso dei docenti se si prendono in esame anche quelli della categoria universitaria, oltre ad aggiungere il personale Ata e i presidi delle Marche.

Unendo tutti i professionisti, sono complessivamente 3.614 i docenti delle scuole e delle università, il personale Ata e i presidi delle Marche che risultano non vaccinati, sia pure per diverse ragioni. Si tratta di circa il 10% delle 37.985 persone che, secondo una stima della Regione Marche, orbitano tra istituti scolastici e atenei. Da quanto si è appreso, è somministrata la prima dose al 90,5% del totale; in 31.465 hanno ricevuto anche la seconda (82,8%). Il quadro, che potrebbe modificarsi nei prossimi giorni con l’azione di moral suasion dell’Asur Marche, finirà il 20 agosto sul tavolo del commissario straordinario Figliuolo, che ha chiesto alle Regioni di quantificare il totale di coloro che non si sono vaccinati per scelta. Secondo dati dello scorso anno scolastico, nelle scuole delle Marche operano 23.799 docenti, 214 presidi e 5.942 che fanno parte del personale Ata; nelle quattro università della regione, invece, lavorano in circa 8 mila.