Il sindaco di Maiolati, Tiziano Consoli
Il sindaco di Maiolati, Tiziano Consoli

Jesi (Ancona), 23 settembre 2020 – E’ allarme Covid tra i giovani in Vallesina: ieri degli otto nuovi casi registrati e comunicati dal Gores ben sette (di cui cinque di sesso femminile) sono di residenti a Jesi e in Vallesina, tra Maiolati e Castelplanio, di cui la maggior parte giovani e giovanissimi (dai 18 ai 35). Parliamo di contagi tutti riconducibili a cluster familiari o a contatti diretti con soggetti già con il virus. In particolare a Jesi è stata accertata la positività di tre persone, di cui due sorelle di 18 e 19 anni, nipoti di un uomo infetto rientrato recentemente dalla Romania.

Per approfondire Il bollettino di oggi: nuova impennata nelle Marche

Una studentessa risultata positiva ha determinato la quarantena di tutta la sua classe e di diversi docenti. Contatto familiare anche a Fabriano dove una 42enne ha contratto il virus poco dopo la madre, mentre gli altri contagi toccano anche Maiolati Spontini (tre giovani tra i 18 e i 23 anni) e Castelplanio con una diciottenne, l’unica che manifesta sintomi abbastanza significativi, anche se non eccessivamente preoccupanti. In queste ore si torna a giocare una partita importante, a scuole e asili aperti.

Il sindaco di Maiolati Spontini Tiziano Consoli lancia una strigliata ai giovani e anche alle famiglie tramite un appello pubblico lanciato via Youtube: “Sono passati molti mesi dal picco della pandemia e fino agli ultimi giorni di agosto nel nostro Comune non si è registrato un incremento di casi Covid. Ora abbiamo sette positivi e oltre 30 quarantene fiduciarie. Di questi sette casi positivi molti sono ragazzi. Per questo voglio fare appello al rispetto rigoroso distanziamento sociale, all’uso della mascherina, nei pullman a scuola, anche fuori dai plessi scolastici. Mi rivolgo anche a tutte le famiglie affinchè si insista per far passare il messaggio del necessario rispetto delle regole fondamentali. Colpiscono ragazzi che spesso non tengono in considerazione le precauzioni per evitare contagi. Gli altri contagi – aggiunge - vengono da viaggi all’estero. Vi invito quindi a limitare i viaggi all’estero. Non è certo un divieto ma un consiglio. Cerchiamo di rispettare le regole. Abbiamo fatto tanti sforzi per far riaprire le scuole, investito risorse economiche importanti. Voglio per questo fare un appello alle famiglie e ai ragazzi al fine di evitare affollamenti all’ingresso dei plessi, all’inizio delle lezioni scolastiche e nei momenti di maggiore affluenza per l’arrivo e la partenza da scuola. Noi abbiamo deciso di non investire sui banchi con rotelle, evitato l’autoscontro, ma abbiamo recuperato i vecchi banchi, specie alle medie”. E poi ancora: “Nei parchi vedo accumuli di persone che si assembrano in modo scorretto. Faccio appello al buonsenso civico e al rispetto delle norme fondamentali”.

Covid, le altre notizie di oggi

Coronavirus, in Spagna 241 morti in un giorno. Gran Bretagna manda l'esercito

Trump: "Cina responsabile per il virus. Risponda delle sue azioni"