Quotidiano Nazionale logo
12 apr 2022

Dalla danza al teatro sotto la guida di Chiti, Scaccia e Cecchi

Sonia Antinori, nata a Viareggio, si è dedicata al teatro dopo studi di danza e arti figurative tra Italia e Germania. L’hanno diretta, tra gli altri, Ugo Chiti, Mario Scaccia e Carlo Cecchi. Dal 1990 scrive per il teatro e le sue opere hanno ottenuto riconoscimenti nazionali e internazionali (Premio Tondelli, Premio Riccione, Premio Mravac, Premio Candoni), sono stati tradotti in varie lingue e presentati in Italia e all’estero (Bosnia, Germania, Gran Bretagna, Turchia, Polonia, Cuba...).

Con il suo lavoro di scout e traduttrice ha favorito gli scambi tra autori italiani e stranieri e contribuito al dibattito europeo sulle nuove forme. Ha tradotto alcuni dei più interessanti autori contemporanei, a partire da Werner Schwab (la sua versione di Sterminio ha ottenuto il Premio Ubu come migliore novità straniera). Dal 1996 ha riunito attorno a sé vari artisti per iniziative culturali e teatrali, e dal 2006 ha creato progetti fortemente radicati nel territorio.

Nel 2011 ha ricevuto il Premio Internazionale Valeria Moriconi – Futuro della Scena. E’ stata docente di drammaturgia e recitazione in enti pubblici e privati (tra cui Scuola Holden di Torino, Teatro Stabile delle Marche e Amat) Nel 2012 ha pubblicato ‘4. Trame agli angoli della Storia’, la sua prima raccolta di testi teatrali. Negli ultimi anni ha preso parte a progetti internazionali e a iniziative solidali. Nel 2022 il suo progetto ‘La Langue des Oiseaux’ è stato finanziato dal programma Erasmus Plus, in partenariato con quattro organizzazioni internazionali.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?