Coppia beccata mentre taglia la cocaina in un garage del centro storico, duro colpo inferto dai carabinieri al mercato della droga in città.

Resta in carcere Massimiliano Muzi, il meccanico 49enne jesino già trovato e arrestato, a settembre scorso, con la cocaina.

I militari dopo il blitz nel garage in centro storico sabato, hanno proseguito le perquisizioni e rinvenuto droga anche nell’auto, dove hanno trovato 35 grammi di cocaina e 2mila euro in contanti, oltreché in casa, dove erano nascosti altri 26 grammi di cocaina.

In totale quasi un chilo di droga di cui la maggior parte hashish ma anche oltre cento grammi di cocaina in parte già suddivisa in dosi.

Oltre a 18mila euro in contanti e materiale per il confezionamento.

Al momento del blitz la coppia, la compagna non avrebbe precedenti specifici, stava tagliando cocaina in garage.

Lui che lavora in un’officina in città e la compagna, trentenne di origini romene, ma residente a Jesi dovranno rispondere di detenzione ai fini di spaccio.

Muzi già condannato a due anni e otto mesi, era sottoposto all’obbligo di dimora prima del nuovo arresto che gli ha aperto le porte del carcere.

L’ operazione ha portato alla denuncia a piede libero di altri due uomini trovati con dello stupefacente.

Sono in corsa le indagini per ricostruire la ’filiera’ dello spaccio nelle piazze.

Sara Ferreri