E’ tornato il ladro del cimitero: nel mirino fiori e oggetti ricordo

Castelfidardo, la rabbia di chi ha parenti sepolti. Bigliettini sulle tombe:. "Lasciate in pace i nostri figli".

E’ tornato il ladro del cimitero: nel mirino fiori e oggetti ricordo

E’ tornato il ladro del cimitero: nel mirino fiori e oggetti ricordo

Al cimitero di Castelfidardo è tornato l’incubo. Un ladro si aggira tra le tombe per portare via fiori e "preziosi" lasciati da persone disperate per la perdita dei propri cari, anche figli giovani.

"Per l’ennesima volta al cimitero mi sono stati rubati fiori (ben legati) e statuine. Non so chi sei ma ti ricordo che qualcuno molto in alto ti ha visto - denuncia una fidardense -. Oggi ho girato cercando di trovare qualcosa, ma mi sono fermata perché fa tanto male leggere biglietti lasciati da genitori che scrivono basta rubare nelle tombe dei figli, di fermarsi a rubare nelle tombe dei figli".

Tempo addietro una persona responsabile di tali furti era sta individuata. Non si sa oggi se si tratta della stessa.

La segnalazione è arrivata anche al Comune che si sta attivando mentre l’indignazione tra i fidardensi cresce. Sono quasi sempre piccoli oggetti quelli che vengono trafugati, magari un fiore appunto, ma non conta, anzi indispettisce e ferisce quasi maggiormente il caro che si reca al camposanto per rendere omaggio. Sono tantissimi intanto i messaggi di solidarietà raccolti dalla donna che si è sfogata sui social in queste ore. Poco tempo fa le forze dell’ordine erano riuscite a inquadrare due individui che perpetravano furti al cimitero, non alle tombe ma alle auto parcheggiate a ridosso da parte di quelle persone che andavano a rendere omaggio ai propri cari defunti.