Quotidiano Nazionale logo
13 apr 2022

Ecco tutti i nuovi stipendi per sindaco e assessori

Ufficiali gli adeguamenti progressivi delle indennità a partire da quest’anno: il primo cittadino passerà dai 7mila euro del 2022 agli 11mila euro nel 2024

marina verdenelli
Cronaca
La giunta Mancinelli bis con tutti gli assessori nel giorno della presentazione
La giunta Mancinelli bis con tutti gli assessori nel giorno della presentazione
La giunta Mancinelli bis con tutti gli assessori nel giorno della presentazione

di Marina Verdenelli

Quest’anno la sindaca Valeria Mancinelli prenderà 7.695,74 euro al mese per ricoprire il ruolo di primo cittadino, nel 2023 lo stipendio arriverà a 9.094,24 euro (sempre al mese) e nel 2024 toccherà la cifra di 11.040 euro. Eccole le indennità delle polemiche, quelle degli amministratori comunali, aumentate dalla legge 234 del 2021, che adesso sono nero su bianco, riportate in una determina firmata ieri dal segretario generale Giovanni Montaccini. I ritocchi agli stipendi degli amministratori erano stati motivo di scontro, a fine marzo, in consiglio comunale. "Il governo investe miliardi di euro per elevare gli stipendi di sindaci, giunte e presidenti dei consigli comunali mentre gli italiani sono chiamati a stringere la cinghia alle prese con aumenti esorbitanti di luce e carburante?" La sindaca, in qualità di presidente Anci Marche, aveva difeso fin da subito la scelta, prendendo le distanze rispetto a suoi colleghi, come il sindaco di Staffolo, che a quelle indennità ha deciso invece di rinunciare. "Il costo aziendale di un sindaco – aveva commentato la Mancinelli – è più basso rispetto a quello di un preside di scuola, è pari al doppio di un operaio e del 30-40% di un addetto di Anconambiente per intenderci. Di sicuro è inferiore allo stipendio di un consigliere regionale, di un medico ospedaliero e rappresenta la metà di un rettore di università".

Prima dell’aumento lo stipendio mensile della Mancinelli era 4.959,53 euro al mese (nel 2021), quello del vicesindaco 3.719,64 euro e quello di assessori e presidente del consiglio comunale era 2.975,72 euro al mese. Nella determina sono stati indicati gli aumenti di stipendio mensile anche di giunta e presidente del consiglio. Il vicesindaco quest’anno, Pierpaolo Sediari, prenderà 5.771,8 euro al mese che diventeranno 6.820, 68 nel 2023 e 8.280 nel 2024. Gli assessori? L’indennità mensile per quest’anno è di 4.617,44 euro, il prossimo anno saranno 5.456,55 euro e nel 2024 diventeranno 6.624 euro al mese. Lo stipendio del presidente del consiglio comunale segue quello degli assessori. Nella determina si dà atto che "la copertura delle maggiori somme necessarie per il pagamento degli importi incrementati, così come indicato, è interamente assicurata dal contributo a carico dello Stato" e quindi di tutti i cittadini. Non godranno dei ritocchi salari i singoli consiglieri pagati a gettoni di presenza. A scatenare la polemica in Consiglio era stata una interrogazione di Daniele Berardinelli (Forza Italia) che aveva chiesto alla sindaca di rinunciare a quei soldi in più, in media più di due mila euro al mese, davanti alla grave crisi bellica in atto e ai rincari per le famiglie. "La legge per l’adeguamento delle indennità è stata una delle nostre battaglie in sede Anci – aveva risposto la Mancinelli – non vedo perché dovremmo rinunciare. Per l’anno in corso si tratta di un adeguamento in crescita pari al 45% rispetto a quanto percepito fino al termine del 2021".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?