Eliminare le barriere architettoniche: nasce il tavolo per l’accessibilità

Il persidente del Consiglio comunale Giovanni Balducci: "Organismo dove intervengono le persone con disabilità".

Eliminare le barriere architettoniche:  nasce il tavolo per l’accessibilità

Eliminare le barriere architettoniche: nasce il tavolo per l’accessibilità

"Tavolo per l’accessibilità e la progettazione universale" entra nel vivo il percorso "per rendere Fabriano una comunità inclusiva, più fruibile e vivibile per tutti". Obiettivo: "Eliminare gradualmente le barriere architettoniche e progettare nel futuro in modo universale ovvero in modo attento alle esigenze di tutti". "Il Tavolo per l’Accessibilità - spiega il presidente del consiglio comunale Giovanni Balducci - è un organismo tecnico-amministrativo del Comune in cui saranno chiamati a intervenire i rappresentanti delle persone con disabilità. Si occuperà della fruibilità non solo delle strade e degli edifici, ma anche dei servizi, degli eventi e delle manifestazioni affinché tutti possano partecipare alla vita sociale della città. Ha all’interno due referenti delle persone con disabilità fisica e sensoriale che avranno il compito di collaborare con l’Amministrazione mettendo a disposizione le proprie esperienze e conoscenze. Nel corso del primo incontro collegiale convocato nei giorni scorso sono stati eletti, in qualità di referenti, Federica Stroppa e Franco Barchiesi e come eventuali sostituti Maria Grazia Trontino e Paolo Porcarelli: a tutti e al costituito tavolo per l’accessibilità e la progettazione universale gli auguri di un buon lavoro. Un incoraggiante avvio, un’energia positiva – aggiunge Balducci - che dovrà essere contagiosa e creare una concreta collaborazione tra amministrazione e cittadinanza per rigenerare, gradualmente ma con continuità, la nostra città".