Approvato in giunta il bilancio consolidato, approderà in aula il prossimo 9 dicembre non senza polemiche da parte dell’opposizione per i ritardi. Il sindaco Gabriele Santarelli aveva previsto e si era impegnato ad approvare davanti al prefetto Darco Pellos ai sindacati, entro il 20 novembre il consolidato che avrebbe dovuto essere varato entro il 30 settembre. I sindacati avevano minacciato lo stato di agitazione, ma la situazione sembra essere rientrata. La redazione del consolidato è stata affidata a una società esterna di Pesaro: lo studio Bertuccioli & partners. La società incaricata ha consegnando il bilancio in una decina di giorni e poi sono stati necessari i tempi tecnici per i revisori dei conti. A fine novembre l’approvazione in giunta e mercoledì prossimo la discussione con voto in aula. "Il bilancio consolidato – ha rimarcato il consigliere comunale Andrea Giombi – rappresenta un documento contabile a carattere consuntivo che indica il risultato economico e deve essere approvato entro il 30 settembre dell’anno successivo a quello di riferimento. La mancata approvazione nei tempi di tale schema economico ha determinato l’impossibilità di effettuare nuove assunzioni".