Quotidiano Nazionale logo
29 apr 2022

Fedrigoni, nuova società e asset: "Salvaguardare l’occupazione"

I sindacati cauti sul progetto annunciato dall’azienda: "Importante valorizzare il brand Fabriano"

"Auspichiamo che la nuova società in costituzione per la parte office non generi eccedenze o possibili vendite di asset, facendo fuoriuscire dal perimetro del gruppo importanti attività e professionalità, in un territorio già fortemente colpito dalla crisi e dalla pandemia".

Così Cgil, Cisl e Uil nazionali sulla novità che riguarda Fedrigoni e la cartiera di Fabriano.

I dati complessivi, anche sul fronte investimenti oltre alle performance aziendali, sono incoraggianti per le sigle sindacali ma lo ‘scorporo’ della produzione fabrianese è stata accolta con un po’ di timore dai lavoratori e dai sindacati per quello che potrà accadere in futuro.

Argomenti che i rappresentanti sindacali hanno portato all’attenzione dell’amministratore delegato Marco Nespolo.

"Per le nuove possibilità di sviluppo e diversificazione delle attività, anche quella della costituzione di una società per la parte office, ramo in flessione con marginalità basse – spiegano Cgil, Cisl e Uil – l’obiettivo è di ricercare nuovi soci anche competitors anche come distribuzione. Questo renderebbe più snella la produzione del prodotto. E comunque la scelta non è quella di sostituire la proprietà, ma fare integrazione con la stessa: i possibili soci acquisirebbero parte delle quote della nuova società con il piano industriale già in essere per i prossimi cinque anni varato dal Gruppo".

"La nuova società – aggiungono infine le sigle sindacali – rientrerebbe nel gruppo e gli asset che ne farebbero parte sono: macchina F3, centrale termica e magazzino di Rocchetta. Per l’area Marche si continua ad investire e verificare nuovi processi per fare scelte giuste per il gruppo e valorizzare sempre il brand Fabriano, non legato alle attività meno performanti per il mercato, ma in sostituzione con ramo artistico e scuola, anche in una visione prospettica di sviluppo".

sa. fe.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?