Fabriano, furti al cimitero

Fabriano (Ancona), 8 ottobre 2018 - Ladri di rame nei cimiteri cittadini. Mani ignote sono entrate in azione nel fine settimana sia nella struttura della frazione di Marischio sia nel principale cimitero cittadino di Santa Maria asportando soprattutto grondaie, caditoie e vasi per un valore complessivo stimabile orientativamente attorno ad un migliaio di euro o forse qualcosa in più. Probabile che i ladri si siano introdotti nelle due costruzioni (dopo che a fine settembre si era registrato un episodio simile a Cerreto d’Esi) durante un orario di bassa frequentazione riuscendo così a prelevare il rame che di norma viene destinato alla ricettazione, trattandosi di un materiale sempre piuttosto richiesto.

In particolare a Santa Maria i predatori si sono concentrati sulle grondaie di due cappelline di famiglia e su alcuni vasi in quel momento privi di fiori, del cui furto si sono resi conto ieri mattina i parenti dei defunti al momento di andare a commemorare i propri cari. Sempre nel fine settimana i ladri hanno effettuato un blitz nel cimitero di Marischio ed anche in quel caso sono state un paio le cappelle depredate delle caditoie e dei vasi, probabilmente in un frangente della giornata in cui i malviventi hanno potuto agire lontano da occhi indiscreti.

Un doppio raid che spinge i frequentatori dei cimiteri, in particolare quello principale della città della carta, a chiedere l’installazione di telecamere di sorveglianza che possono fungere da deterrente sia per i ladri di rame, sia per chi, come accaduto in passato, si concentra sulle auto in sosta per effettuare furti all’interno delle vetture stesse.