L’architetto Giampaolo Ballelli
L’architetto Giampaolo Ballelli

Fabriano, 11 ottobre 2021 - Addio al grande architetto Giampaolo Ballelli: a 65 anni si è arreso a un male contro cui combatteva da tempo. Una vita spesa per l’impegno sociale la sua, presidente dell’Azienda Servizi alla Persona, e per la riscoperta delle tradizioni storiche della città, fondando l’associazione Fabriano storica.
Ma anche un impegno civile-politico, ricoprendo ruoli di primo piano in Forza Italia per alcuni anni. La salma si trova all’obitorio dell’ospedale Profili. I funerali si svolgeranno domani alle 11.15 nella Cattedrale di San Venanzio. Il feretro sarà, quindi, tumulato nella tomba di famiglia al cimitero delle Cortine.


"Giampaolo negli ultimi anni con i suoi lavori di ricerca e divulgazione ha accresciuto la consapevolezza dei fabrianesi nei confronti della propria storia – dice il sindaco Gabriele Santarelli –. Come presidente dell’Asp ha saputo guidare la struttura per anziani nel periodo peggiore del Covid, mantenendo la barra dritta. Esprimo a nome di tutta l’amministrazione le più sentite e sincere condoglianze alla sua famiglia e a tutte le persone più vicine".

"La comunità di Fabriano - commenta addolorato il presidente di Elica Francesco Casoli - perde una persona di vasta cultura che ha sempre vissuto, con atteggiamento mite, una forte passione per l’impegno civico e sociale. Grande è stato il suo contributo alla vita politica e repubblicana di questa città". A ricordarlo commossi gli amici di Fabriano Storica: "Di lui resta la grande preparazione e soprattutto tutto l’amore viscerale per Fabriano e il suo territorio. Sembrano sempre parole di circostanza ma Giampaolo ci mancherà veramente tanto".


Ballelli, esperto di architettura medievale, ha pubblicato numerosi studi. Responsabile storico dell’Ente Palio di San Giovanni Battista, negli anni si è impegnato in varie iniziative per il recupero e la valorizzazione del centro storico e del territorio. Come non ricordare di recente il grande impegno profuso tra gli attivisti del "Comitato alla scoperta del Giano" o l’energia spesa nel riscoprire e riproporre le tradizioni francescane fabrianesi nell’ambito del "San Francesco Festival" o ancora il suo recentissimo contributo alla nascita dell’associazione "Marchese Onofrio del Grillo Fabriano". Grande comunicatore, apprezzato per la sua arte oratoria, è stato ideatore insieme a Fabrizio Moscè dei format di social-documentari "Fabriano Insolita e Segreta" molto seguiti online con il grande merito di diffondere ad un vasto pubblico pillole e curiosità della storia locale.