Visitatori all'interno delle Grotte di Frasassi
Visitatori all'interno delle Grotte di Frasassi

Genga (Ancona), 12 settembre 2019 - Boom di presenze ad agosto alle Grotte di Frasassi. Proprio nel mese clou dell'estate sono stati ben 76.477 gli ingressi, ovvero 13mila in più rispetto ad agosto 2018, quindi con un incremento del 21%. Altrettanto incoraggianti i numeri, sebbene limitati alla prima settimana, per l'apertura di settembre in cui si è segnata una crescita del 34% rispetto agli omologhi sette giorni del 2018.

"I dati soni ancora più significativi - evidenziano dal Consorzio Frasassi che gestisce il complesso ipogeo - perché si accompagnano alle positive performance dei mesi precedenti, in particolare di aprile. Un trend che lascia ben sperare anche per l'autunno in arrivo. Dunque il 2019 potrebbe essere incorniciato come uno dei migliori risultati degli ultimi anni, addirittura superiore ad uno straordinario 2016 che fece segnare un'impennata di visitatori". Il gioiello ipogeo, insomma, ha fatto centro in un'estate top. «Numeri importanti che parlano di un comprensorio in crescita e un trend invertito", dichiara il vice presidente del Consorzio Frasassi, Lorenzo Burzacca.

"Da parte nostra, nonostante siamo solo agli inizi del mandato quinquennale, continueremo le politiche di promozione arricchita dalla rete e sinergia con il territorio per incentivare i visitatori, italiani e stranieri, a venire per fermarsi per più giorni scoprendo oltre i tesori famosi anche quelli meno noti». Non a caso proprio i responsabili delle Grotte hanno appena firmato un'intesa con gli organizzatori della mostra temporanea su Gentileschi e i pittori caravaggeschi alla Pinacoteca Molajoli della vicina Fabriano, dove i dipinti rimarranno esposte fino all'8 dicembre. I visitatori della rassegna artistica e delle cavità naturali gengarine avranno modo di godere di uno sconto incrociato per poter ammirare entrambe le attrattive turistiche. Intanto l'esposizione fabrianese promossa dalla Regione e sostenuta dal Comune ha superato le tremila visite nei primi quaranta giorni di fruizione.

 a.d.m.