Ancona, 17 giugno 2018 - Sarà un’indagine lunga e delicata quella legata a Claudio Pinti, l’autostrasportatore di 35 anni, originario di Montecarotto, arrestato martedì scorso dalla squadra mobile di Ancona. Per ora il reato che gli viene contestato restano le lesioni gravissime dolose con l’aggravante del tipo di contagio, ma presto il quadro accusatorio potrebbe diventare più complesso. Qualora fosse confermato il nesso tra la trasmissione e la morte della sua compagna (dalla cui relazione è nata una bambina, per fortuna risultata negativa al test Hiv), Giovanna Gorini, morta a Polverigi nel giugno del 2017, da lesioni il reato diventerebbe omicidio colposo.

AGGIORNAMENTO L'appello: "Chi sa parli subito"

Gli inquirenti stanno scavando nella sua vita, pubblica e virtuale, mentre alcune partner occasionali del 35enne si sono già fatte avanti con la polizia o si sono decise a svolgere test virali in ospedale. Domani, intanto, il gip di Ancona dovrebbe decidere se tenere Pinti in carcere, in cella di isolamento, oppure, visto il suo livello di sieropositività, trasferirlo in una struttura protetta.

LEGGI ANCHE - Hiv, il medico infettivologo: "Virus inguaribile. Contagi probabili, non automatici"

HIV_31781711_154233

COME E DOVE TROVAVA I PARTNER - Un indirizzo e-mail, una password di accesso ed è fatta. Benvenuti nel regno della cruda trasgressione, dove il sesso viene venduto e acquistato non sempre e solo in maniera mercenaria. Tra i tanti siti e comunità legate alla galassia del sesso spinto e senza censure, Claudio Pinti, stando alle indagini messe nero su bianco, ne aveva scelto uno in particolare che ha frequentato per anni. Un sito la cui front page è già abbastanza chiara, senza allusioni.

Una marea di finestre sopra cui poter cliccare per entrare direttamente in contatto con potenziali partner, ad Ancona, in provincia, nelle Marche e in tutta Italia. Il suo mestiere di camionista lo portava spesso lontano da Polverigi e Montecarotto, i due luoghi di sua residenza, ed è stato accertato che molte partner (ultimamente anche uomini) le ha contattate e frequentate per sesso rapido e facile proprio grazie a questo sito. Oltre ai contatti generici, in questa comunity è possibile acquistare oggetti e prenotarsi per diverse iniziative, tra cui cene, incontri galanti e viaggi. Nella parte riservata agli eventuali contatti ad Ancona città, esistono almeno una dozzina di pagine di inserzioni da parte di uomini, donne, travestiti, transgender, tutti in cerca di sesso esplicito.

LEGGI ANCHE - L'untore reclutava in chat donne e gay

image