Quotidiano Nazionale logo
14 apr 2022

I contagi continuano a scendere mentre i ricoveri sono in altalena

Sul fronte dei decessi ieri si è registrata solo una vittima: un’anconetana di 86 anni morta a Torrette

Due giorni fa sono stati eseguiti 5.144 tamponi
Due giorni fa sono stati eseguiti 5.144 tamponi
Due giorni fa sono stati eseguiti 5.144 tamponi

Emergenza Coronavirus, le Marche sono entrate in una fase di regressione generale del virus. Calano i contagi e i tassi a essi collegati, i ricoveri negli ospedali ieri sono saliti di pochissime unità ma in un trend in costante diminuzione; infine giù le vittime sebbene il numero sia variabile. Partiamo proprio dai morti, ieri appena 1: una 86enne di Ancona deceduta all’ospedale di Torrette. Il bilancio sale a 3.776 morti da inizio pandemia, di cui 1.175 vivevano in provincia di Ancona. Nelle Marche è in forte calo l’incidenza di casi di coronavirus ogni 100mila abitanti: nell’ultima giornata, in cui sono stati rilevati 1.071 positivi, è scesa da 889,83 a 829,22. Sono stati eseguiti 5.144 tamponi di cui 2.822 nel percorso diagnostico (38% di positivi) e 2.322 nel percorso guariti. Anche il dato di ricoveri è in ‘flessione tendenziale’. Tra gli ultimi positivi in 221 accusano sintomi (lievi, severi o critici); i casi comprendono 308 contatti stretti di positivi, 295 contatti domestici, 17 in setting scolasticoformativo, 5 in setting lavorativo, 2 in ambiente di vitasocialità, uno rispettivamente in ambito assistenziale e sanitario. Su 212 casi è ancora in corso un approfondimento epidemiologico. La provincia di Ancona con 296 casi è sempre in vetta a livello reginale per i casi giornalieri. Tra le fasce d’età resta quella tra 45 e 59 anni a far registrare il numero assoluto più alto di positivi (255), seguita da 25-44 (234), 60-69 anni (139) e 70-79 anni (130).

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?