GIACOMO GIAMPIERI
Cronaca

Il derby dei testimonial. La Regione punta su Gimbo. Il Mancio mirato per l’estero

Salgono le quotazioni del campione olimpico che fino a oggi era utilizzato solo per i social: dopo gli ultimi trionfi si tratta per ampliarne il raggio d’azione per promuovere le Marche.

Il derby dei testimonial. La Regione punta su Gimbo. Il Mancio mirato per l’estero

Il derby dei testimonial. La Regione punta su Gimbo. Il Mancio mirato per l’estero

Questione di popolarità. Se dopo la straordinaria vittoria agli Europei di calcio disputati nel 2021, il ct jesino Roberto Mancini era stato chiamato dalla Regione per promuovere il territorio, si ricorderà il contratto in essere da 600mila euro totali nel triennio 2023-2025, le dimissioni dalla Nazionale, l’estate scorsa, per poi scegliere la selezione dell’Arabia Saudita, avevano fatto molto discutere. Neanche poco. Tanto che, in molti, avevano chiesto di conferire pieni poteri all’altro testimonial, quello dei social. Uno che, nel frattempo, ha continuato a vincere, dal Mondiale di Budapest all’Europeo dell’altra sera, dominando la scena internazionale del salto in alto: Gianmarco Tamberi. Tra chi sponsorizzava la causa Gimbo, fatti di questi giorni, anche Matteo Ricci, fresco di elezione all’Europarlamento e in grado di collocarsi in una posizione dominante nei confronti del suo stesso partito, il Pd, che – a suo dire – avrebbe provato a fargli i "dispetti" nella corsa verso Strasburgo. Dispetti rispediti al mittente, dato il trionfo dell’ex sindaco di Pesaro.

Questione di popolarità, ma anche di rapporti di forza: la politica insegna. Il contratto del Mancio va in scadenza l’anno prossimo (30 giugno). Al momento non si hanno notizie in merito ad un prolungamento dell’impegno. Nonostante la chiara volontà del direttore dell’Agenzia del turismo e dell’internazionalizzazione delle Marche Marco Bruschini, sin dall’agosto 2023, di volergli chiedere di aiutarlo nell’organizzazione di un evento per presentare le Marche in Arabia Saudita. Non solo, però. Per l’ex tecnico azzurro, già protagonista di campagne mirate a Parigi, Vienna e Monaco, si potrebbe profilare proprio un ruolo spendibile fuori dai confini nazionali, vista la sua forte riconoscibilità. La stessa di cui gode indiscutibilmente anche la leggenda Tamberi, tra gli sportivi più amati di sempre. Motivi per i quali, anche nelle stanze dei bottoni di Palazzo Raffaello, si starebbe ragionando ad un nuovo contratto, più importante, per il portabandiera dell’Italia alle Olimpiadi 2024: "Gli uffici stanno lavorando per cercare di proseguire la collaborazione all’insegna della valorizzazione della regione – ha spiegato ieri il governatore Francesco Acquaroli –. Tamberi ha espresso la volontà di lavorare, come noi, per valorizzare le Marche. Conosce bene il territorio, vive e si allena qui. In ogni occasione non smette di ribadire attaccamento e la nostra bellezza. Ci inorgogliamo di fronte al suo amore per le Marche". Anche il presidente ha tifato e gioito dopo il terzo titolo europeo di Gimbo: "Una grande soddisfazione". E all’orizzonte, appunto, un nuovo contratto con la Regione. Questione di popolarità.