Il Lumezzane di Franzini ha ripreso coraggio. Con l’Arzignano, però, serve una grande partita

La sfida tra Lumezzane ed Arzignano, valida per il secondo turno di Coppa Italia, è un'occasione per dare continuità al risultato ottenuto in Campionato. Mister Franzini chiede determinazione, compattezza e personalità ai suoi giocatori per proseguire il cammino in Coppa.

Il Lumezzane di Franzini ha ripreso coraggio. Con l’Arzignano, però, serve una grande partita

Il Lumezzane di Franzini ha ripreso coraggio. Con l’Arzignano, però, serve una grande partita

LUMEZZANE (Brescia)

Alle 14 lo Stadio Saleri ospiterà la sfida tra Lumezzane ed Arzignano. Una gara ad eliminazione diretta, valida per il secondo turno di Coppa Italia, che mette in palio l’accesso agli ottavi di finale della competizione tricolore. Dopo avere ritrovato la strada maestra in Campionato con la vittoria in casa della Pro Patria che l’ha riportata fuori dalla zona play out, la squadra valgobbina guarda a questo nuovo impegno con un obiettivo preciso: "La partita ha per noi grande valenza - è la sintesi di mister Franzini - vogliamo dare continuità alla prestazione e al risultato ottenuto a Busto".

Vietati dunque cali di concentrazione o, peggio ancora, considerare il turno infrasettimanale di Coppa Italia un "fastidioso contrattempo" in vista della preparazione per l’importante confronto di Campionato di sabato 11, quando salirà in Valgobbia il Legnago. Visti gli impegni ravvicinati, è facile immaginare che Franzini gestirà le forze dei suoi giocatori nel match odierno con i vicentini, ma il tecnico lumezzanese chiede a chi scenderà in campo le stesse qualità (determinazione, compattezza e personalità in primis) che hanno reso possibile il blitz vincente sull’ostico campo dei Bustocchi. L’Arzignano si preannuncia avversario di sicuro valore, ma il Lumezzane, nel suo volto migliore, ha le doti che servono per proseguire il suo cammino in Coppa Italia.

Luca Marinoni