Quotidiano Nazionale logo
15 apr 2022

Il mercato a Porta Valle è sempre più "povero" "Basta, fateci rientrare nel centro storico"

Gli ambulanti chiedono alla giunta di velocizzare i lavori in piazza Federico II "Pochi clienti e disorientati"

Il mercato di Jesi
Il mercato di Jesi
Il mercato di Jesi

Sempre più povero il mercato del mercoledì e del sabato. Sono scesi sotto a 60 i banchi che aprono i battenti ora di nuovo a Porta Valle per via dei lavori in centro storico. È l’ennesimo trasloco avvenuto negli ultimi anni e loro, gli ambulanti, dopo due anni di pandemia che ha spinto alcuni a vendere la licenza e cambiare lavoro sono davvero esasperati: "Chiediamo alla giunta di velocizzare il più possibile i lavori in piazza Federico II – spiega Giovanni Marrocchi dell’associazione Ambulanti delle Marche - così da farci rientrare al più presto. Qui a Porta Valle non abbiamo clientela, mentre di sopra c’erano le persone che vanno agli uffici, in Comune, nei negozi, alle poste. Persone che curiosavano tra i banchi e acquistavano. Quaggiù vende solo chi ha l’usato o capi a pochi euro. Così non si riesce ad andare avanti. Abbiamo proposto all’assessore Ugo Coltorti di sistemarci provvisoriamente in altra location, ad esempio la zona dell’Arco Clementino, corso Matteotti". Questo anche perché, una volta ultimato il restyling di piazza Federico II, si dovranno aprire i lavori per la ripavimentazione di piazza della Repubblica dove pure il mercoledì e il sabato ci sono i banchi del mercato e dunque per gli ambulanti si prospetta un nuovo trasloco. "Contiamo di tornare su per maggio e ci hanno assicurato che il cantiere davanti al teatro partirà non subito ma il prossimo anno. Nel frattempo però i banchi più interessanti se ne vanno altrove e la qualità continua a perdersi. Alcuni fino a che staremo qui a Porta Valle tra crateri sul selciato e degrado, preferiscono rimanere a casa e non esporre. Non è certo la prima volta. Abbiamo fatto il Natale da esiliati fuori dalle mura e ora anche la Pasqua, ma il commercio vive con queste ricorrenze". L’anno scorso in primavera il mercato è stato spostato sempre a Porta Valle in occasione del trasferimento da piazza Federico II a piazza della Repubblica della fontana dei leoni con l’obelisco, intervento che ha richiesto il nuovo cantiere in corso di svolgimento ora per rifare la pavimentazione. Poi in autunno i banchi erano rientrati in centro ma per poche settimane quando il salotto buono si è agghindato a festa per gli eventi di Natale. A inizio anno dopo il pressing degli ambulanti si è tornati in centro, poi dopo due settimane di nuovo fuori. "Anche la clientela è disorientata, bisogna trovare una soluzione strutturata", conclude Marrocchi.

Sara Ferreri

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?