Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
22 apr 2022

Il ricordo del campione scala il muro del tempo

La presenza del grande ciclista è viva. Cassani: "Illuminò il ruolo di uomo squadra". Orlando Maini: "Era e resta il capitano"

22 apr 2022
angelo costa
Cronaca

di Angelo Costa Cinque anni senza Michele Scarponi, campione della bici, fuoriclasse di simpatia e generosità. Ricordato tutti i giorni, non solo il 22 aprile, quello della sua tragica scomparsa: quando si è bravi a farsi voler bene, l’assenza diventa una presenza. Michele c’è, nel cuore e nella memoria, e pure in corsa: al Tour of the Alps, dove conquistò la sua ultima vittoria pochi giorni prima di lasciarci, la sua immagine è sulla maglia del più combattivo e non per caso. Michele ora è anche un bellissimo libro, dove sono raccolti i ricordi di corridori, tecnici, giornalisti e personaggi che l’hanno conosciuto: si intitola ‘Caro Michele, una vita alla Scarponi’, non è in commercio e viene regalato a chi si iscrive alla Fondazione Onlus a lui intitolata, con la quale il fratello Marco e la famiglia promuovono la sicurezza stradale, il rispetto degli altri e delle regole. Ecco alcune testimonianze tratte dal volume. Roberto Conti (il primo compagno di camera). "Portava il suo sorriso, trasmetteva la sua gioia, distribuiva la sua felicità anche nei giorni in cui le cose non andavano per il verso giusto. E ascoltava, osservava, chiedeva. E imparava. In fretta". Orlando Maini (suo direttore sportivo). "Per me era e rimaneva il capitano: solo un vero capitano si impegna a vincere in corsa, ma anche fuori dalla corsa. La sera, quando a ciascun corridore dedicavo un momento di attenzione particolare, lui mi diceva: vedo quello lì che non sorride, vedo quello lì che non è contento, vedo quello lì che sembra avere un problema. Sapeva che il traguardo più importante è la felicità, o almeno la serenità, e un uomo felice o sereno diventa anche un corridore più forte". Vincenzo Nibali (suo capitano). "Ci sentivamo quasi tutti i giorni, anche quando si correva per squadre diverse. Una telefonata, ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?