Giovane mamma tributarista con la passione per la poesia si vede pubblicare il suo primo libro in versi. Laura Luminari è di Jesi ma lavora a Milano. Nell’estate scorsa ha partecipato al progetto culturale "Alessandro Quasimodo legge i poeti italiani contemporanei" e la sua poesia Gabbiano è stata selezionata per essere inserita nell’omonima collana. Dopo pochi mesi ha partecipato al concorso nazionale "Habere artem" con la poesia "Lì...

Giovane mamma tributarista con la passione per la poesia si vede pubblicare il suo primo libro in versi. Laura Luminari è di Jesi ma lavora a Milano. Nell’estate scorsa ha partecipato al progetto culturale "Alessandro Quasimodo legge i poeti italiani contemporanei" e la sua poesia Gabbiano è stata selezionata per essere inserita nell’omonima collana. Dopo pochi mesi ha partecipato al concorso nazionale "Habere artem" con la poesia "Lì dove c’è la guerra" e al concorso nazionale "Il Tiburtino" con la poesia Un vecchio. Finalista ad entrambi. Da qui, nascono i contatti con la casa editrice Aletti e la pubblicazione di questa prima raccolta di poesie: "Il verso della mia anima". La prefazione è dello storico professore di lettere del liceo Vittorio Emanuele II di Jesi Antonio Ramini (deceduto a fine marzo scorso) che é stato un punto di riferimento per Laura. Il prof Ramini in uno dei suoi ultimi scritti, ripercorre le emozioni fissate in versi dalla giovane jesina: "Figure che, nella luce di favola da cui sono irradiate, sembrano uscire da una tela di Chagall". Dopo la laurea a Roma, a 23 anni, la grintosa jesina ha vinto una borsa di studio a Il Sole 24 Ore e si è trasferita a Milano per frequentare un master e collaborare agli inizi con lo studio tributario fondato dal prof. Giulio Tremonti. "Quando sono diventata mamma del piccolo Matteo Primo – racconta - nel 2014, sono cambiate le mie priorità e lentamente l’amore infinito per mio figlio è diventato l’amore per la vita, per il cosmo e per il nostro mondo interiore". Così inizia a liberare la sua anima "dagli schemi in cui era rinchiusa". La voglia di scavare in profondità ha preso forma sulla sua pagina Facebook "Pensieri sciolti". "In questa raccolta – spiega ancora Laura Luminari – non c’è un verso poetico anonimo ma il mio verso. Quello della mia anima che ora si sdrucciola su tematiche esistenziali e metafisiche quali la morte, la libertà, l’amore, la leggerezza, l’ideale, la vecchiaia, i sentimenti per gli affetti più cari, ora si sofferma sui fenomeni della natura quali la neve, il vento, la notte, il tramonto e la pioggia, ora descrive esperienze e stati d’animo, sconfinando dalle buche alle stelle".

Sara Ferreri