Quotidiano Nazionale logo
27 apr 2022

Il violinista russo Repin alle Muse

Il grande musicista chiude domani il cartellone della centesima stagione degli Amici della Musica

Il violinista Vadim Repin sarà di scena domani al teatro delle Muse di Ancona
Il violinista Vadim Repin sarà di scena domani al teatro delle Muse di Ancona
Il violinista Vadim Repin sarà di scena domani al teatro delle Muse di Ancona

Uno dei maggiori violinisti viventi conclude, con un concerto straordinario fuori abbonamento, la centesima stagione degli Amici della Musica ‘Guido Michelli’ di Ancona.

E’ il russo Vadim Repin, che domani sera (ore 20.30) si esibirà al Teatro delle Muse in un evento realizzato con la collaborazione della Form - Orchestra Regionale delle Marche e dell’Università Politecnica delle Marche.

I tre soggetti dedicano il concerto alla pace e ai valori democratici di umanità, fratellanza e solidarietà tra i popoli.

Il programma offre brani di Wolfgang Amadeus Mozart (Divertimento per archi n. 1 K. 136 e Concerto per violino e orchestra K. 216), Borodin (Notturno, dal Quartetto per archi n. 2 - orchestrazione di N. Rimskij-Korsakov), Cajkoviskij (Souvenir d’un lieu cher, Op.42: n. 1 Meditation, arrangiamento di A. Glazunov, e Valse-Scherzo in do magg. per violino e orchestra, op. 34); Maurice Ravel, (Tzigane, rapsodia da concerto per violino e orchestra).

Con Repin ci saranno Alessandro Cervo, primo violino concertatore, la già citata Orchestra Filarmonica Marchigiana.

Nato in Siberia nel 1971, Repin ha vinto tutte le categorie del concorso Wienawski a 11 anni. Subito dopo ha debuttato a Mosca e a San Pietroburgo, mentre a 14 anni ha debuttato a Tokyo, Monaco, Berlino e Helsinki e, un anno dopo, alla Carnegie Hall di New York.

A 17 anni ha vinto il concorso Reine Elisabeth di Bruxelles (il più giovane di sempre). Da allora si è esibito con le orchestre e i direttori più importanti del mondo.

Per Warner Classics Vadim Repin ha registrato i grandi concerti russi per violino di Šostakovic, Prokof’ev e Caijkovskij. Per Deutsche Grammophon ha registrato il Concerto per violino di Beethoven con la Filarmonica di Vienna diretta da Riccardo Muti e la Sonata a Kreutzer con Martha Argerich, oltre al Concerto per violino e il Doppio Concerto di Brahms (Truls Mørk al violoncello), con la Gewandhaus Orchestra sotto la direzione di Riccardo Chailly.

L’incisione dei trii di Caijkovskij e Rachmaninoff con Mischa Maisky e Lang Lang ha vinto il premio Echo, mentre un CD di sonate di Grieg, Janacek e César Franck ha vinto il BBC Music Award. Nel 2010 ha ricevuto la più alta distinzione francese, la Victoire d’Honneur e il titolo di Chevalier de l’Ordre des Arts et Lettres per i suoi servizi alla musica.

Nel 2014 ha fondato il Transiberian Arts Festival, dove ha eseguito le prime mondiali dei vari concerti per violino a lui dedicati.

Il Festival si tiene anche in Giappone, Israele, Vienna, Stati Uniti e Francia. Info www.amicimusica.an.it.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?