Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
18 giu 2022

"Istao, ora si cambia rotta: i giovani tornano al centro"

L’economista Mario Baldassarri alla guida dell’Istituto ha tracciato le linee del futuro: un master sulla sanità con Tel Aviv. Bocchini attacca l’ex gestione

18 giu 2022
L’ex viceministro Mario Baldassarri
L’ex viceministro Mario Baldassarri
L’ex viceministro Mario Baldassarri
L’ex viceministro Mario Baldassarri
L’ex viceministro Mario Baldassarri
L’ex viceministro Mario Baldassarri

Parte ufficialmente la missione operativa di rilancio dell’Istao nel nome e nel ricordo di Giorgio Fuà, fondatore dell’istituto e mete sopraffina. Dopo la nomina del 28 marzo scorso, ieri il nuovo presidente, Mario Baldassarri, ha presentato il Piano triennale delle attività approvato dal Cda di Istao: "Erano tre le condizioni che ponevo per assumere questo prestigioso incarico – ha detto ieri Baldassarri, a cui è stata attribuita anche la carica di coordinatore delle attività Istao –: l’unanimità del gradimento della mia nomina da parte dell’assemblea dei soci, un periodo-ponte di due mesi per la verifica del programma triennale e l’analisi congiunta del bilancio economico-finanziario e infine la verifica delle condizioni generali. Pienamente soddisfatti i tre punti possiamo partire. Saranno mesi di duro lavoro, i prossimi, in preparazione della grande ripartenza a settembre. Sarò alla guida dell’istituto con o sguardo verso il futuro, ogni tanto guarderò lo specchietto solo per ricordare da dove viene tutto ciò, da Giorgio Fuà, maestro, radici e tronco dell’Istao, mente raffinata, genio e innovatore".

Un drastico cambio di rotta quello imposto da Baldassarri con l’ok da parte dei 23 membri del Consiglio d’Amministrazione Istao. Si torna a vecchi concetti base: "Le linee tracciate in questo programma triennale riguardano innanzitutto ai giovani attraverso i Master post-laurea triennale, in strategie e management per le piccole e medie imprese e nella gestione e programmazione dei servizi sanitari. I master saranno coperti da altrettante borse di studio garantite dai soci, ma anche da non soci che però hanno a cuore un settore specifico – ha precisato Baldassarri –. I Master costeranno da 10 a 12mila euro, prezzi assolutamente di mercato, quello sulla sanità tra l’altro si avvarrà dell’alta scuola di specializzazione di Tel Aviv, il massimo a livello mondiale attraverso una convenzione con Istao e la Facoltà di medicina e chirurgia della Politecnica".

C’è poi la seconda parte della mission del piano Baldassarri: "Vogliamo tornare a fare formazione di qualità, di tipo ‘Executive’ a favore dei quadri e dei vertici delle imprese. Dobbiamo restare sul mercato dando un occhio anche alla fiscalità, ai costi e ai ricavi. Su questo fronte abbiamo deciso di aumentare il budget di 450mila euro attraverso le quote associative. È importante sapere che la Regione ha deciso di investire sull’Istao e per questo contribuirà con 250mila euro, un’apertura di credito e di fiducia. Per i restanti 200mila euro li andremo a cercare coinvolgendo altri soci da far entrare in Istao e grazie ai miei rapporti nazionali e internazionali maturati nel corso della mia carriera".

Alla conferenza stampa era presente anche il presidente di Confindustria Marche Nord-Ancona, Pierluigi Bocchini: "Dopo la deriva presa dalla precedente guida dell’istituto siamo felici che Baldassarri abbia accettato la sfida – ha detto Bocchini, membro del Cda, attaccando duramente la gestione precedente –. Per troppo tempo l’Istao si è occupato di altro e non dei giovani per i corsi post-laurea e la formazione dei manager delle imprese".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?