SARA FERRERI
Cronaca

Jesi, è ai domiciliari ma continua a perseguitare la ex: portato in carcere

Il magistrato visto l'atteggiamento incalzante e la mancanza di autocontrollo del 42enne ha sospeso la misura alternativa. I poliziotti lo hanno portato a Montacuto dove era stato subito dopo la condanna

In azione la polizia

In azione la polizia

Jesi (Ancona), 11 luglio 2024 – Continua a perseguitare la ex nonostante sia ai domiciliari: 42enne portato in carcere dai poliziotti. Nella giornata di ieri, personale di polizia giudiziaria del commissariato, ha arrestato un pregiudicato jesino 42enne in esecuzione del decreto di sospensione cautelare della misura alternativa della detenzione domiciliare e ripristino della custodia in carcere emesso dal magistrato di sorveglianza di Ancona. L’uomo, condannato per i reati di atti persecutori e lesioni commessi tra il 2016 e 2018, stava espiando un anno di reclusione in regime di detenzione domiciliare. Visti i comportamenti assunti dall’uomo nei mesi di maggio e giugno, la sostanziale incapacità di controllarsi e in particolare l’atteggiamento incalzante non rispettoso della volontà dell’ex di non coltivare con il 42enne contatti via internet e non incontrarlo di persona, il magistrato ha sospeso la detenzione domiciliare, concessa inizialmente, ripristinando la misura carceraria. Pertanto, dopo gli adempimenti di rito, l’uomo è stato portato dagli agenti del commissariato al carcere di Montacuto.