Jesi (Ancona), 15 magio 2018  – Da tempo i colleghi non lo vedevano tornare alla scrivania, inizialmente hanno pensato fosse uscito dall’azienda. Attorno alle 13 vanno a vedere in bagno ma la porta è chiusa da dentro. Allora chiamano ma non risponde nessuno. Si decidono a buttare giù la porta e ritrovano il collega riverso a terra, oramai senza vita.

Choc all’ora di pranzo, ieri, all’azienda informatica Apra in via Brodolini a Jesi: Paolo Ultimi, 58 anni programmatore di Cingoli, è morto in bagno, in seguito ad un malore, sopraggiunto probabilmente già in mattinata. Il 118 è accorso immediatamente alla zona industriale di Jesi, ma non c’è stato nulla da fare per l’informatico che, da tanti anni, lavorava in azienda.

Sotto choc i colleghi che, al ritorno dalla pausa pranzo, hanno trovato ambulanza e polizia in azienda e poco dopo hanno scoperto la tragica notizia del decesso del loro stimato vicino di scrivania. Separato dalla moglie e padre di due ragazzi, nemmeno trentenni, Ultimi viveva nella frazione di Mummuiola aa Cingoli. Paolo, per gli amici ‘Pampa’ non avrebbe sofferto di patologie particolari, ma ieri mattina il suo cuore ha cessato di battere per sempre, lasciando tanti nel dolore. Un arresto cardiaco come accertato poi dal medico, sul posto assieme alla Polizia, proprio mentre era in bagno, dove si era recato attorno alle 9,30, probabilmente proprio perché si sentiva poco bene.