Il cantiere in piazza Federico II
Il cantiere in piazza Federico II

Jesi (Ancona), 8 marzo 2021 -Fontana dei leoni da spostare, partito il cantiere. una corsa contro il tempo per compiere le ultime volontà del vignettista jesino Cassio Morosetti. Piazza Federico II da stamattina è circondata dalle transenne. Una giornata storica per la città perchè oggi si comincia a cambiare il volto di due piazze, quelle principali del centro storico. Entro il 21 luglio la fontana con l’obelisco dovrà zampillare davanti al teatro Pergolesi, in piazza della Repubblica. Ma anche se si dovesse andare oltre il termine e quindi coni 2 milioni di euro da devolvere in beneficienza come da testamento di cassio Morosetti l’amministrazione comunale ha già chiarito che a quel punto si farà carico della relativa spesa. Nel capitolato d’appalto predisposto dal Comune per lo spostamento della fontana dei Leoni da piazza Federico II a piazza della Repubblica si prevedono 115 giorni di lavori che dovrebbero partire da oggi 8 marzo. “La durata dell’appalto è di 115 giorni naturali e consecutivi – si legge nella delibera -, decorrenti dalla data riportata nel verbale di inizio lavori. Fatto salvo il termine per l’ultimazione, che dovrà comunque essere garantito entro il giorno 15 luglio 2021, comprendente lo spostamento della fontana in piazza della Repubblica, il funzionamento dell’impianto idrico della stessa e le necessarie opere complementari. Pertanto il concorrente si impegna, fin dal momento di presentazione dell’offerta, al rispetto del predetto termine e ad adottare ogni misura e a porre in essere ogni adempimento che consentano in base alle disposizioni pro-tempore vigenti la prosecuzione dei lavori, anche nel caso di nuove limitazioni imposte dall’emergenza sanitaria”. È la Dipe Costruzioni srl, ditta di L’Aquila, a occuparsi dei lavori di spostamento della fontana: l’importo complessivo dei lavori è di 380 mila euro. Tre erano state le offerte pervenute per aggiudicarsi l’incarico dei lavori, quella della ditta abruzzese ha presentato il miglior ribasso.
Sara Ferreri