I carabinieri stanno indagando sui furti (foto d’archivio)
I carabinieri stanno indagando sui furti (foto d’archivio)

Camerano (Ancona), 4 agosto 2020 - Non si arresta l’ondata di furti che quest’estate sta segnando la vallata del Musone fino alla Riviera. Stavolta è toccato a Camerano. Domenica sera i ladri sono riusciti nel loro intento saccheggiando due appartamenti in via Scandalli e in via Fratelli Bondi alla periferia della città. Fatto curioso, i residenti li hanno visti fuggire e giurano che avevano tutti la mascherina. "Abbiamo visto tre ragazzi con cappuccio e mascherina nera. Alle urla della vicina siamo usciti tutti e loro sono scappati nei campi verso la pista ciclabile. Girava un’auto nera in zona", dice una residente. Potrebbe essersi trattato di un’Audi ma le testimonianze sono frammentarie su questo particolare. Hanno portato via oro e preziosi da quelle due case, mentre i proprietari erano ancora fuori dopo una domenica trascorsa al mare. Colpiscono ormai sempre nella prima serata, quando il sole sta per tramontare.

Meno di una settimana fa sono stati denunciati due furti sempre alla periferia ma nell’altro versante della cittadina, uno in zona San Germano e uno nella vicina via Galletto con i proprietari che non si sono accorti di niente, a cena al piano di sotto. I malviventi sono riusciti ad arrampicarsi per le grondaie raggiungendo addirittura il terzo piano di una palazzina nel primo caso mentre nel secondo sono riusciti a mettere a segno il furto mentre i proprietari dormivano in casa. Ladri silenziosissimi, agili e pronti alla fuga per le campagne verso il monte Conero.

Tutti i furti sono stati denunciati ai carabinieri che stanno indagando e raccogliendo quante più testimonianze e indizi possibile. "Servono più pattugliamenti da parte delle forze dell’ordine, anche serali, e poi le telecamere dove sono nel nostro paese? Funzionano?", chiedono all’amministrazione comunale i residenti, impauriti e arrabbiati. Camerano con Osimo, Castelfidardo e Loreto è tra i primi quattro Comuni della provincia dorica che hanno aderito al progetto di videosorveglianza integrata territoriale "Marche smart view", promossa dal Comune di Macerata, che vede a oggi la partecipazione di 26 Comuni di quattro province marchigiane. Le forze dell’ordine e le Polizia municipali dei Comuni aderenti al progetto, grazie alla telecamere ocr, potranno tracciare il percorso delle auto che transitano su tutte le città. La rete di videosorveglianza territoriale già oggi comprende oltre 260 punti di osservazione in grado di seguire con maggiore tempestività gli spostamenti effettuati per compiere gli atti criminali.