Quotidiano Nazionale logo
23 apr 2022

L’auto comprata è un bluff: venditore denunciato

Si è affidata al web per acquistare un’auto ma inconsapevolmente è caduta nella rete di un pregiudicato senigalliese che ora dovrà rispondere del reato di truffa: vittima, una senigalliese che, dopo aver individuato un’utilitaria al prezzo di 8mila euro, ha avviato una contrattazione con il venditore. La donna aveva notato il post su un noto social network e si è accordata con il venditore per visionare l’autovettura. Dopo il primo incontro, i due hanno proseguito la contrattazione giungendo ad un accordo a cui è seguito il ritiro del mezzo da parte della donna che si è recata a fare rifornimento, ma poco dopo l’auto è andata in panne nella parte elettrica.

La vittima aveva percorso pochi chilometri per raggiungere il distributore e subito dopo è avvenuto il guasto. La donna, dopo aver segnalato l’accaduto al venditore, ha bloccato il pagamento del saldo, in quanto appunto erano emersi dei problemi molto sospetti. Il truffatore si è reso disponibile alla riparazione, continuando però a richiedere il pagamento della parte rimanente del prezzo pattuito. Ma il pagamento non è avvenuto e il venditore ha provveduto ad inviarle una diffida. La donna si è recata alla polizia per sporgere denuncia presso l’apposito ufficio del Commissariato. A quel punto la polizia ha subito avviato gli accertamenti sui dati riguardanti la società, operante in provincia di Ancona, utilizzata dal venditore per l’inserimento dell’annuncio e sul conto corrente fornito per il versamento del saldo, hanno consentito di risalire al responsabile.

Si tratta di un senigalliese, già noto alla polizia con diversi e gravi precedenti penali, anche in materia di reati predatori, e già tratto in arresto. Inoltre, le verifiche sulle utenze telefoniche e sull’intestatario del veicolo hanno conferato il coinvolgimento dell’uomo nella truffa messa in atto a carico della donna. Alla luce dei risultati emersi gli agenti del Commissariato di Polizia provvedevano a deferire l’uomo per il reato di truffa.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?