I. volontari civici che saranno affiancati da percettori del reddito di cittadinanza
I. volontari civici che saranno affiancati da percettori del reddito di cittadinanza
Il Comune ingaggia i percettori fabrianesi di reddito di cittadinanza per i lavori socialmente utili facendoli divenire sentinelle della tutela urbana affidando loro ruoli legati al monitoraggio della città, incluse le vie secondarie. Tra i compiti indicati dalla giunta, attraverso un’apposita delibera che sancisce il regolamento, il presidio degli attraversamenti pedonali vicino alle scuole per accompagnare soprattutto i bambini e anche la vigilanza in aree a rischio di vandalismo con passaggi e...

Il Comune ingaggia i percettori fabrianesi di reddito di cittadinanza per i lavori socialmente utili facendoli divenire sentinelle della tutela urbana affidando loro ruoli legati al monitoraggio della città, incluse le vie secondarie. Tra i compiti indicati dalla giunta, attraverso un’apposita delibera che sancisce il regolamento, il presidio degli attraversamenti pedonali vicino alle scuole per accompagnare soprattutto i bambini e anche la vigilanza in aree a rischio di vandalismo con passaggi e controlli di verifica per poi riportare gli esiti, se necessario per iscritto, ai vigili urbani.

Insomma una sorta di guardiani del bene pubblico e simil-ausiliari della polizia locale, ma anche altre mansioni in arrivo. Tra queste l’affiancamento dei volontari civici per i piccoli lavori di manutenzione del verde pubblico e in futuro, Covid permettendo, servizi di assistenza nei musei. Intanto, in attesa che le strutture museali tornino visitabiili, sono previsti compiti legati all’organizzazione di videoconferenze e progetti similari da parte della biblioteca cittadina.

"Grazie all’azione dell’assessore Vincenza Di Maio - osserva il sindaco Gabriele Santarelli - siamo tra i primi comuni d’Italia ad attivare questo percorso". Ora, dunque, si entra nella seconda fase, ovvero quella del ‘reclutamento’ che dovrebbe riguardare in totale 270 persone, impegnandole per complessive 2500 ore di lavori socialmente utili. Intanto a proposito di persone in difficoltà, parte la nuova tornata per i buoni spesa gratuiti, grazie ai fondi messe a disposizione dal Governo centrale. Quanti intendono fare richiesta per ricevere i voucher validi per supermercati e altre attività commerciali, possono presentare domanda fino a domani. In caso di impossibilità o difficoltà della compilazione online, per richiedere informazioni e la necessaria assistenza tecnica è possibile contattare telefonicamente il numero 0732695277.

In totale all’ente municipale è stato assegnato un contributo di 166 mila euro per i voucher. Nel frattempo è stato anche emanato il documento parallelo e complementare per capire quanti e quali realtà commerciali saranno interessate a convenzionarsi. Già nel primo giro dei buoni spesi in periodo tardo primaverile erano state oltre mille le famiglie che avevano richiesto l’accesso al benefit, tanto che poi è stato effettuato un secondo turno con i fondi del Comune e ora si procede a questa terza sessione sempre con l’obiettivo di sostenere chi deve fare i conti con lo stato di disagio.

Alessandro Di Marco