I carabinieri della stazione di Fabriano
I carabinieri della stazione di Fabriano

Fabriano (Ancona), 5 agosto 2020 - La lite condominiale con l'auto parcheggiata in modo da ostruire l'uscita di un altro veicolo finisce con la denuncia per violenza privata e l'ammenda in denaro per ubriachezza molesta. Il doppio provvedimento da parte dei carabinieri fabrianese è scattato per un 36enne straniero da tempo residente a Fabriano, dopo che gli stessi militari sono intervenuti in via Filzi.

Appena ricevuta la segnalazione che in quell'immobile del centro storico gli animi si stavano surriscaldando, i militari hanno provveduto innanzitutto a placare il diverbio e poi a ricostruire la vicenda.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti, infatti, il 36enne avrebbe posteggiato la sua vettura nello spazio condominiale in modo rendendo impossibile l'uscita dell'auto di proprietà dell'altro residente. Peraltro l'uomo è poi risultato in stato di alterazione per ubriachezza e quindi è arrivata anche la multa.

Tensioni condominiali anche un'altra zona del centro, viale Zonghi, per in raduno seral-notturno tra parenti a ritmo di musica in un'abitazione che ha innescato la denuncia per false generalità per un 44enne fabrianese.

Subito dopo la segnalazione dei vicini, i carabinieri sono intervenuti in quell'abitazione dei parenti dell'uomo per verificare l'eventuale eccessivo rumore. Al momento del riconoscimento il 44enne, privo di documenti d'identità, ha fornito generalità ben presto risultate dubbie.

Così la mattina seguente i militari si sono recati in Comune per le verifiche, da cui è emersa la non veridicità delle affermazioni dell'uomo, conosciuto da alcuni esponenti delle forze dell'ordine. Nessuna sanzione, invece, per assembramenti Covid, in quanto si trattava di una riunione tra parenti entro il secondo grado.