Matrimonio a Teatro Gentile
Matrimonio a Teatro Gentile

Fabriano (Ancona), 7 settembre 2019 - In duecento questo pomeriggio per il primo matrimonio celebrato all'interno del teatro Gentile (FOTO). Insieme al sindaco Gabriele Santarelli in veste di officiante, sono saliti sul palco il 39enne Giacomo Cingolani e la 33enne concittadina Laura Oppietti unitisi con rito civile, mentre dalla platea il notevole numero di invitati ha assistito alla celebrazione con inevitabile curiosità per la location inedita quanto affascinante.

Il dono del comune agli sposi

Se non un matrimonio-show, comunque pienamente in tema con l'inconsueta sede tra l'accompagnamento musicale del pianoforte durante il rito e la lettura di pensieri e poesie al microfono da parte di amici e di tutti i testimoni. "Vi abbiamo fatto un bello scherzetto, regalandovi un matrimonio particolare su un palco che ha ospitato tanti spettacoli", le parole del sindaco appena prima dello scambio delle fedi.

La cerimonia, inizialmente prevista in un altro dei siti comunali abilitati ai fiori d'arancio, è stata spostata al teatro proprio per l'indisponibilità di tutti i locali municipali occupati dal festival Remake, ma non è affatto escluso che in futuro si potrà estendere ad altri plessi di proprietà del Comune l'idoneità per i matrimoni, teatro compreso. Del resto in questo periodo i riti civili stanno registrando una vera e propria impennata, tanto che in appena tre settimane da oggi a venerdì 27 settembre sono ben nove le nozze previste in città, tutte negli stabili municipali, di cui cinque in sala Giunta.

Nelle settimane scorse, invece, è stato approvato il regolamento per i cosiddetti 'matrimoni fuori dal Comune', con il via libera alle unioni in tre strutture ricettive di pregio del territorio, ovvero l'abbazia di Valdicastro, il relais Marchese del Grillo di Rocchetta e l'hotel Pineta di Campodonico.