Meningite
Meningite

Senigallia (Ancona), 23 luglio 2019 - Allarme meningite nell'Anconetano. Dieci i casi di meningite virale accertati dall'Asur Marche nelle ultime settimane. Lo rivela il dipartimento sulle malattie infettive che sta monitorando l'evolversi della situazione dopo i primi quattro episodi segnalati dal Pronto soccorso senigalliese a partire dalla fine di giugno. Si sono verificati in 9 giovani adulti tra i 22 e i 40 anni, residenti a Camerata Picena, Castelleone di Suasa, Chiaravalle, Cingoli, Ostra, Rosora e Senigallia e in una bambina di 8, ricoverati presso i reparti di neurologia di Jesi e Senigallia e presso il reparto di malattie infettive agli Ospedali Riuniti di Ancona.

LEGGI ANCHE Meningite, come avviene il contagio: "Colpa anche dell’estate"

Altri tre sono invece i casi di gastroenterite da enterovirus in bambini di età inferiore a 4 anni, ricoverati all'ospedale Salesi di Ancona. Dalle analisi di laboratorio e dall'indagine epidemiologica sui luoghi frequentati e sulle attività svolte recentemente, non è stato riscontrato alcun fattore espositivo comune che potesse indirizzare le autorità sanitarie verso una causa ben definita.

I sintomi

Tra gli agenti infettivi più diffusi al mondo, gli enterovirus possono determinare varie malattie durante tutto l'anno, con un picco in estate. I sintomi (forte cefalea, febbre elevata e rapida, nausea, rigidità nucale, fotofobia) vengono spesso scambiati per patologie comuni. Non esiste vaccinazione specifica, la prevenzione consiste anche nell'accurato lavaggio delle mani.