"Mi sono innamorata di questo paese e del suo alimentari ricco di storia: tre generazioni l’hanno portato avanti. Così ho lasciato il mio posto fisso da commessa e ci siamo trasferiti nelle Marche e domani riapriremo quell’alimentari che ultimamente è stato sfortunato". Alessandra di Lorenzo con sua figlia Giulia, 20 anni studentessa universitaria, oggi pomeriggio (ore 16) inaugureranno la nuova gestione dell’unico...

"Mi sono innamorata di questo paese e del suo alimentari ricco di storia: tre generazioni l’hanno portato avanti. Così ho lasciato il mio posto fisso da commessa e ci siamo trasferiti nelle Marche e domani riapriremo quell’alimentari che ultimamente è stato sfortunato".

Alessandra di Lorenzo con sua figlia Giulia, 20 anni studentessa universitaria, oggi pomeriggio (ore 16) inaugureranno la nuova gestione dell’unico alimentari del paese, in piazza Leopardi, un servizio molto utilizzato dalle famiglie di Mergo, specie dagli anziani e da chi non ha l’auto. "Veniamo da Aprilia in provincia di Latina – racconta ancora Alessandra detta Sandra, da cui il nome "Minimarket Mergo da Sandra" –, ma siamo un po’ marchigiani perché mia madre è di Pergola. Mi sono licenziata per questa nuova avventura, non so dire se pazzia o altro, ma questi luoghi mi hanno affascinato da subito. Ora viviamo a Domo, mio figlio studia a Jesi e mia figlia all’università di Macerata. Per ora abbiamo preso in affitto l’attività per due anni e acquistato tutti gli strumenti per la gestione, ma se andrà bene come spero acquisiremo i locali. Apriremo alle 7,30 per dare un servizio anche agli studenti". Si tratta di un’attività storica che per anni e è stata gestita da Ferruccio Cecchi, un’istituzione per gli abitanti del posto che dalla fine dell’anno scorso ha chiuso i battenti per andare in pensione. "Ferruccio che l’ha gestito per 38 anni mi ha dato una mano a partire – racconta ancora Alessandra – e mi ha raccontato che già suo nonno era lì a servire la gente. Una tradizione che affascina". In realtà ad aprile, in pieno lockdown l’alimentari aveva riaperto, poi dopo appena 10 giorni un incendio scaturito da un banco frigo nuovo, ha mandato in fumo il coraggio e l’entusiasmo di tre ragazzi. L’alimentari non ha più riaperto, ma ora dopo 5 mesi, la saracinesca torna ad alzarsi. Ai nuovi gestori arrivano anche gli auguri e l’incoraggiamento dell’amministrazione comunale:"E’ una bella notizia la riapertura di questo servizio di cui eravamo sprovvisti da quasi un anno, particolarmente rilevante in questo momento contraddistinto da una generale difficoltà". Sara Ferreri