Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
30 mag 2022

Msc Fantasia porterà 70mila turisti durante l’estate: "Ma Ancona diventi più accogliente"

Cerimonia ufficiale per il via alla stagione crocieristica: la nave non era riuscita ad approdare ad aprile a causa del maltempo

30 mag 2022
pierfrancesco curzi
Cronaca
featured image
Msc fantasia
featured image
Msc fantasia

Ancona, 30 maggio 2022 - Msc Fantasia celebra la stagione crocieristica con una cerimonia ufficiale e 48 giorni dopo quella saltata per le avverse condizioni meteo marine trova ancora pioggia e freddo. Dei suoi 3mila passeggeri presenti a bordo ieri, nonostante tutto, l’80% ha affrontato il maltempo, preferendo magari l’escursione alle Grotte di Frasassi, molto gettonata, optando anche per un giro in città, specie le attrazioni culturali, su tutti il percorso Da Tiziano a Tiziano, il walking tour che finisce in Pinacoteca. Crocieristi che si sono trovati davanti, ancora una volta, un capoluogo con molte saracinesche abbassate, pochi ristoranti aperti e una città generalmente vuota. Si conferma, dunque, la poco felice collocazione domenicale della ‘toccata’ anconetana di Msc Fantasia, limite che tuttavia potrebbe essere superato con la piena disponibilità di commercianti e artigiani.

La grande compagnia Msc, anconetana nell’anima della sua leadership, ha puntato molto su Ancona e nei suoi 22 approdi dell’anno in corso porterà in città oltre 70mila crocieristi. L’inaugurazione risale al 10 aprile scorso e quel giorno il moto ondoso agitato ha costretto Msc e le istituzioni a posticipare la cerimonia inaugurale della stagione 2022. La data prescelta è ricaduta proprio sull’ultima domenica di maggio e il maltempo ha continuato a farla da padrone. Le pessime condizioni a Trieste sabato, con una bora impressionante e previsioni poco edificanti, rischiavano di stravolgere il calendario, ma alla fine tutto è rientrato.

Un battesimo in tono minore vista l’emorragia di istituzioni presenti. A parte l’assessore comunale al porto in rappresentanza della sindaca Valeria Mancinelli, le altre istituzioni hanno inviato dei sostituti. Per la Regione assente il presidente Francesco Acquaroli che ha delega al porto, assenti gli assessori e a bordo è salito il capogruppo di Fd’I, Carlo Ciccioli. Assenti anche il presidente dell’Autorità portuale, Vincenzo Garofalo, e il comandante del porto, Donato De Carolis.

L’ottimismo però è al massimo: "Ancona è un porto strategico, importante come punto di imbarco per le Marche e tutto il centro Italia e poi per le sue bellezze – ha detto Fabio Candiani, direttore vendite Italia Msc Crociere – La Mole, il Duomo, l’Arco di Traiano, oltre alle Grotte di Frasassi e alla soluzione ‘mare’ a Senigallia. Gli ospiti apprezzano molto la città, sono contenti, i servizi sono attivi anche se non tutte le attività sono aperte". Il nodo è proprio quello: "Dobbiamo migliorare su quel profilo, tutti insieme – ha confermato l’assessore comunale Ida Simonella – la città deve essere più aperta e accogliente, creare eventi, occasioni, ma le cose vanno coltivate nel tempo. A bordo però c’è soddisfazione tra i passeggeri, il flusso di gente che scende e visita la città è costante". Carlo Ciccioli, membro della maggioranza in consiglio regionale è diretto: "Ancona e le Marche non possono perdere una simile occasione e per farlo si deve cambiare marcia combattendo la burocrazia. Noi ci stiamo provando sopratt utto a livello infrastrutturale, le altre istituzioni facciano la loro parte. La famiglia Vago ha affetto per Ancona e noi dobbiamo ricambiare".

Proprio la famiglia Msc, rappresentata da Stefania Vago: "Il nostro legame con Ancona è forte e i 70mila passeggeri che porteremo in città quest’anno sono un valore d’immagine e una positiva ricaduta economica".

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?