LA SITUAZIONE Le crepe negli ambulatori
LA SITUAZIONE Le crepe negli ambulatori

Osimo (Ancona), 13 aprile 2018 - I primi operai si erano messi al lavoro a metà del febbraio scorso per ripulire la zona dalla macerie. Poi a marzo hanno portato via i due vecchi piloni e ieri finalmente è arrivata la buona notizia: domani, in notturna, sarà montato il nuovo ponte 167.

FOTOALTO_21158618_154548

«I vertici di Autostrade spa ci informano di una notizia che attendevamo da tempo. Siamo molto felici», ha detto il sindaco Simone Pugnaloni. Il ponte crollato nel marzo scorso sull‘autostrada durante i lavori di ampliamento a tre corsie aveva provocato due vittime, moglie e marito, e tre feriti e con il passare del tempo la congestione del traffico che si è riversato in gran parte lungo la statale 16.

Autostrade ha ordinato la chiusura del casello di Ancona sud dalle 22 di stasera fino alle 6 di domani (in entrata in direzione Pescara e in uscita per chi proviene da Bologna) per i lavori connessi all‘ampliamento della terza corsia e poi tutto il tratto da Ancona sud alla stazione di Loreto-Porto Recanati dalle 22 di domani alle 6 di domenica proprio per il restringimento delle tre corsie per permettere agli operai di lavorare in sicurezza.

image

Aveva fatto temere ulteriori lungaggini lo slittamento del cronoprogramma iniziale, che prevedeva il termine dei lavori per questo gennaio, almeno stando alla «road map» presentata dal sottosegretario al Ministero delle Infrastrutture Umberto Del Basso De Caro su sollecitazione del Movimento cinque stelle in Commissione ambiente.

I residenti di Osimo Stazione ma anche quelli di Castelfidardo e di tutta la Valmusone se lo sono chiesti per mesi quando sarebbe stato ricostruito perché la situazione viabilità è insostenibile. La ricostruzione prevede anche la sistemazione delle strade di accesso al ponte stesso e il collaudo.

I sindaci di Osimo e Camerano sono fiduciosi sui tempi: per fine giugno il cantiere dovrebbe essere chiuso. Inseriti nel contempo nei finanziamenti regionali dei fondi Cipe le opere di manutenzione straordinaria per altri due ponti: il 164, unico accesso alla ditta «Baldini» che da mesi si batte per la riapertura ai mezzi pesanti di quel passo, e il 166 che porta al depuratore, entrambi in territorio di Camerano, per cui però sono ancora in corso di definizione i progetti per il via ai lavori tra Società Autostrade e Regione.

Tragedia sull'A14, un anno fa il crollo del ponte. "Dolore atroce, come quel giorno"

image