Quotidiano Nazionale logo
13 apr 2022

Ospedale del Viale: resta l’ultimo "pezzo"

E’ la palazzina che ospitava il laboratorio analisi, Renzi: "Abbiamo chiesto più volte un incontro con l’Asur"

Il vecchio ospedale del Viale della Vittoria in via di demolizione: resta solamente l’ultima palazzina
Il vecchio ospedale del Viale della Vittoria in via di demolizione: resta solamente l’ultima palazzina
Il vecchio ospedale del Viale della Vittoria in via di demolizione: resta solamente l’ultima palazzina

"Abbiamo cercato più volte di avere un incontro con l’Asur, proprietaria per la gran parte perché il Comune ha solo il 12 per cento, per sollecitare il completamento dell’intervento di demolizione della parte che resta da abbattere del vecchio ospedale civile e anche per la revisione del piano di recupero che è scaduto". Così l’assessore ai Lavori pubblici Roberto Renzi sull’ampia area del viale della Vittoria ancora occupata dal cantiere. Era prevista già per Natale scorso la riapertura con destinazione a parcheggi dell’area in cui sono state abbattute le due palazzine principali dell’ex ospedale civile. Resta da abbattere la palazzina ex laboratorio analisi che si affaccia sulla parte di corso Matteotti carrabile. Dovrà restare in piedi solo l’edificio settecentesco dell’ex Fatebenefratelli, sottoposto a vincolo e in cerca di una riqualificazione. Si era ipotizzato potesse diventare la sede del liceo artistico Mannucci ma al momento il progetto è fermo. Tra l’altro l’area dell’ex ospedale per tre giorni da quello antecedente all’arrivo del Giro d’Italia (il 17 maggio) a quello successivo dovrebbe essere adibita a parcheggio per i mezzi della stampa e delle tv nazionali, in primis la Rai, con le relative attrezzature tecniche. Il grosso del vecchio nosocomio, abbandonato nel 2014 col completamento del trasferimento al Carlo Urbani dell’attività ospedaliera (ma qui sono rimaste attive fino ai primi mesi del 2018 le cucine), è stato demolito in poche settimane poco più di un anno fa. I lavori sono andati avanti in maniera spedita e hanno fatto scomparire i due grandi plessi che guardavano viale della Vittoria. All’intervento per 755 mila euro hanno compartecipato in proporzione alla propria quota di proprietà l’Asur e il Comune di Jesi. Demolito poi anche quello che era l’obitorio dell’ex ospedale civile, ora resta l’ultimo pezzo novecentesco: la palazzina che ospitava il laboratorio analisi.

sa.fe.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?