Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
18 mag 2022

Palco dei comizi davanti a palazzo della Signoria

18 mag 2022

Al via la campagna elettorale: la giunta Bacci come da regolamento comunale, individua piazza Colocci come spazio aperto e palazzo dei Convegni (al chiuso) come unici due spazi elettorali, ma la soluzione non piace a tutti. Ad andare subito all’attacco è il candidato sindaco Antonio Grassetti (Fratelli d’Italia): "Chissà se al Palazzo dei convegni sarà necessario il disco orario? Hanno poi montato il palco per i comizi in piazza Colocci davanti al palazzo della Signoria e quindi, anche se il sito nulla comunica in proposito, è evidente che la Giunta abbia deciso che questi non potranno essere tenuti solo in questa piazza più stretta, piuttosto "riservata" e fuori centro. Piazza della Repubblica è occupata da una fontana con obelisco e leoni ma è quello il luogo migliore per le manifestazioni elettorali. Invito la Giunta – conclude Grassetti secondo cui il palco andrebbe montato davanti alla fontana - a rivedere la collocazione del palco, affinché non si sospetti una sua volontà gattopardesca di mantenere sottotraccia la campagna elettorale perché, alla fine, nulla cambi". Le location, spiegano da piazza Indipendenza, sono state proposte dal dirigente e approvate dalla giunta Bacci. Intanto ogni candidato porta avanti la propria campagna elettorale: Matteo Marasca (liste civiche in continuità con l’amministrazione uscente annuncia): "In caso di vittoria lavoreremo per riqualificare i percorsi ciclabili, compresi quelli che passano lungo le aree verdi e il fiume, nonché per realizzare e completare la Ciclovia dell’Esino, un percorso di 86 km che parte dell’entroterra e arriva sino alla costa, passando per Jesi". Lorenzo Fiordelmondo, candidato del centrosinistra, a casa con i sintomi del Covid commenta le parole del presidente Confindustria Ancona Pierluigi Bocchini sulla vertenza ex Caterpillar: "Proprio la lotta e la spinta dei lavoratori, anche mediatica, è riuscita ad attivare ogni livello istituzionale utile al buon esito della trattativa. Dimenticarsi dei lavoratori, ringraziando invece persino Caterpillar, significa dimenticarsi anche della nostra città, partecipe di una giusta battaglia per il lavoro". Marco Cercaci (Italexit e Popolo della Famiglia) lancia in rete i dieci punti cardine del suo programma e Paola Cocola (lista lavoro e libertà) si concentra sulle misure anti Covid: "È scoppiato il caldo, possibile che non importi a nessuno del disagio e della sofferenza di questi poveri bimbi con la mascherina incollata sulla faccia?".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?