Quotidiano Nazionale logo
19 apr 2022

Pie Venerini, ecco il villaggio residenziale

I rendering dei tre plessi con 54 appartamenti che sorgeranno nell’area in degrado. Purtroppo non si salveranno centinaia di piante

Uno dei rendering del nuovo grande villaggio residenziale che sorgerà nell’area ex Pie Venerini
Uno dei rendering del nuovo grande villaggio residenziale che sorgerà nell’area ex Pie Venerini
Uno dei rendering del nuovo grande villaggio residenziale che sorgerà nell’area ex Pie Venerini

Complesso residenziale ex Pie Venerini, tutto pronto per l’edificazione dell’ennesimo villaggio residenziale in città. Col via libera per il permesso a costruire e il cambio di destinazione d’uso dell’area concessi dal consiglio comunale mancano soltanto le procedure propedeutiche all’inizio dei lavori. A differenza dell’esistente, con un mega corpo unico che includeva asilo, chiesa e convento seminariale, il nuovo progetto residenziale prevede la costruzione di 3 plessi separati di 6 piani ciascuno fuori terra e un piano interrato, per un totale di 54 appartamenti e 49 autorimesse. Pubblichiamo i rendering collegati al progetto che meglio di tante parole raccontano la natura dell’opera; certo si tratta di proiezioni, ma molto vicine alla realtà del risultato finale. Come già ricordato, il cemento nuovo prenderà il posto del vecchio edificio in disuso e in totale abbandono da oltre vent’anni, quindi il senso di base è sicuramente positivo. Ci sono però dei dubbi e il Carlino ha ricordato o scempio del verde che verrà praticato nella trasformazione dell’area: più di 100 piante, alcune di gran pregio, distrutte, eliminate, azzerate. Ma non finisce qui. L’edificio A con ingresso da via Scrima (parallela di via Pesaro) presenta 24 appartamenti con 20 box auto, 10 posti auto sulla corte condominiale e nessun posto pubblico: "Via Scrima ha già sia problemi di traffico, in quanto è senza sbocco, di dimensioni insufficienti per circolazione a doppio senso di marcia, priva di marciapiede in vari tratti e già quasi satura di auto parcheggiate. Dato l’elevato livello e costo degli appartamenti _ spiega Andrea Vecchietti, consigliere comunale M5S), ognuno con 3-4 posti letto, sono ipotizzabili non meno 2 auto per appartamento, per cui la dotazione dei posti auto è già ampiamente insoddisfacente. Inoltre si può ipotizzare che chi utilizza l’auto per spostamenti nella giornata per accompagnare bambini a scuola o alle attività sportive o ricreative, far spesa ecc. non metta l’auto nel box, cercando di parcheggiarla in strada. Se poi vorranno invitare degli amici, ulteriori problemi che porterà al collasso la circolazione su via Scrima. Invece gli edifici B e C con ingresso da via Pesaro hanno 30 appartamenti, 29 box auto e 5 posti auto a ridosso della via, oltre 10 posti pubblici". Le opere di urbanizzazione primaria che la ditta committente intende realizzare, per un importo che si aggira attorno ai 150mila euro, consistono in 168, 52 mq. di parcheggi pubblici e 749,83 mq. di verde pubblico, quest’ultimo dotato di illuminazione: "Peccato che i parcheggi pubblici utili siano solo 10 di dimensioni 2,5 m x 5 m, pari a 125 mq., il resto, 43,5 metri quadrati sono spazi di risulta o addirittura spazio di accesso alla scala condominiale, pagati dalla collettività" aggiunge Vecchietti.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?