La spiaggia di Portonovo

Ancona, 11 luglio 2018 - Iniziati ieri notte i lavori di ripascimento della spiaggia di Portonovo, tra il molo e Ramona. Un lavoro che andava fatto due mesi fa e che invece verrà portato a termine oltre la metà luglio, quindi ad un mese e poco più dalla fine della stagione balneare. Camion, gru e bobcat in spiaggia per sistemare l’arenile e renderlo appetibile e curato per i turisti e per i frequentatori della stupenda spiaggia della baia. Peccato che la stagione sia già iniziata da settimane. Il Comune e la Regione avrebbero dovuto muoversi con largo anticipo, organizzando l’intervento ad aprile e metterlo in pratica il mese successivo. Di mezzo ci sono state le elezioni, è vero, ma il ripascimento della spiaggia andava programmato al di là dell’esito del voto.

Ma torniamo all’intervento: i lavori sono iniziati la notte scorsa e andranno avanti fino al 21 luglio prossimo, salvo ritardi dell’ultima ora (anche se il Comune è fiducioso di riuscire addirittura ad anticipare la chiusura del cantiere), e saranno effettuati sempre durante l’orario notturno: «La mattina – garantiscono dal Comune – la spiaggia sarà comunque fruibile». Considerato che i lavori interesseranno sia aree pubbliche sia spiagge in concessione, dove verrà allestito il cantiere a seconda dello spazio operativo, il Comune ha emesso un’ordinanza specifica. Tale ordinanza impone ai titolari delle concessioni di tenere sgombero l’arenile da lettini, ombrelloni ed altre installazioni, dalle 22 alle 6 della mattina successiva. Una pessima notizia per i gestori delle attività commerciali che ogni giorno dovranno smontare tutto e rimontarlo l’indomani mattina. Sempre dalle 22 alle 6, nei tratti interessati, sono interdetti anche l’accesso, lo stazionamento e la balneazione.

Il testo dell’ordinanza, inoltre, vieta l’accesso e lo stazionamento sul piazzale compreso tra il Lago Profondo-Fortino Napoleonico e i ristoranti Laghetto e Molo per consentire la movimentazione dei mezzi. Il Comune rassicura: «Chi ha necessità di raggiungere gli alberghi, la viabilità è comunque sempre garantita tramite i movieri messi a disposizione dalla ditta» si legge in una nota diffusa ieri. Baia a rischio chiusura di sera e notte anche durante il trasporto della ghiaia dalla cava al cantiere.