"Stamattina sembrava di essere in guerra qui alle Piane. Uscita di casa ho trovato un pallino di piombo davanti al portone". La protesta per l’avvio della stagione venatoria o meglio per i cacciatori a ridosso delle abitazioni arriva da Camerata Picena, dove qualcuno si è anche rivolto alle forze dell’ordine per denunciare il problema.

"Hanno spaventato i nostri cani erano letteralmente terrorizzati e ci siamo chiusi in casa per paura che potesse volare qualche pallino" riferisce un altro signore. Cacciatori sono stati avvistati vicino al parco Wojtyla. I primi colpi sono segnalati alle 5,30: "Davvero una brutta sveglia" lamenta un altro residente sui social network. Proteste per gli spari vicino ai centri abitati arrivano anche da altre zone della Vallesina. Quest’anno la giunta regionale ha allungato di sei giornate il calendario venatorio: la caccia sarà aperta da ieri e fino al 10 febbraio. Mentre già da maggio scorso è stato autorizzato il prelievo in forma selettiva al cinghiale.

sa. fe.