Quel fenomeno di Jannik Sinner

Jannik Sinner, giovane tennista italiano, ha conquistato l'Australia Open, riportando il trofeo in patria dopo 48 anni. La sua storia e il suo talento stanno facendo parlare di sé.

Nell’ultimo mese non si è fatto altro che parlare di quello che un atleta italiano è riuscito a fare in una competizione molto importante di tennis, ovvero Jannik Sinner. Ma chi è Sinner e qual è la sua storia? Jannik Sinner è nato il 16 agosto 2001 dalla madre Siglinde Sinner e dal padre Hanspeter Sinner, a San Candido. Da piccolo, mentre il padre e la madre gestivano un rifugio, lui si impegnava a sciare, infatti si pensava che fosse una promessa nello slalom gigante. Poi però iniziano ad arrivare le prime delusioni sugli sci e per questo decide di provare a misurare il proprio valore sui campi da tennis. Negli anni a seguire parteciperà a molte competizioni, ma la vittoria con cui si farà notare dal grande pubblico è quella contro Carlos Alcaraz, il 2 aprile del 2019. Inoltre, riuscirà ad accedere all’Us Open per la prima volta, al main draw di un torneo del Grande Slam. Insomma, Jannik Sinner è un vero fenomeno che fin da bambino voleva entrare a fare parte del mondo dello sport e ci ha sempre creduto finché non ci è riuscito, mostrando la sua grande voglia di impegnarsi e vincendo numerosi tornei in Italia, ma anche negli Usa e in altri Paesi. Nell’ultimo mese ha fatto però qualcosa di straordinario: ha vinto l’Australian Open contro Medvedev, facendo emozionare tutti gli italiani per avere riportato questo trofeo in patria, dopo ben 48 anni che un italiano non riusciva più a vincere. Ed è quindi questo il motivo per il quale in questo ultimo periodo si sta così tanto parlando e si continuerà a parlare nel futuro di questo fenomeno.

Mattia Carotti IIIA