Torna la rassegna teatrale sotto le stelle "Se c’è una strada sotto il mare" ma cambia location: quest’anno sarà all’arena dietro l’Abbazia di Chiaravalle. Ma la rassegna accoglie anche nuovi argomenti ma con una costante idea di fondo: "Quando qualcosa travolge le nostre esistenze, c’è sempre una...

Torna la rassegna teatrale sotto le stelle "Se c’è una strada sotto il mare" ma cambia location: quest’anno sarà all’arena dietro l’Abbazia di Chiaravalle.

Ma la rassegna accoglie anche nuovi argomenti ma con una costante idea di fondo: "Quando qualcosa travolge le nostre esistenze, c’è sempre una via d’uscita, un orizzonte di speranza, la possibilità di un domani migliore" spiega l’assessore comunale alla cultura Francesco Favi, ideatore del progetto.

Si partirà venerdì prossimo con "Parole che danzano nell’aria": gli attori del progetto VisionArea diretti da Gianfranco Pedullà e Gabriele Bonafoni dedicheranno un reading alla quarantena.

A seguire il 10 luglio, in un dialogo fatto di parole e musica, Grazia Barboni Carniani e Cristina Gregori ripercorreranno "La vi(t)a in rosa" di Édith Piaf e di Alda Merini. Un’occasione speciale per tuffarsi nella poesia.

La conclusione sarà il 17 luglio, a tre giorni dal 76esimo anniversario della liberazione di Chiaravalle dal nazifascismo, con Gabriele Laterza (foto) che accompagnerà il pubblico dalla guerra e dai monti alla Costituzione contro ogni indifferenza, raccontando "Un carattere per gli italiani". Laterza è autore di progetti artistico-culturali, in cui è narratore e voce recitante.

Ingresso gratuito a tutti gli spettacoli ma anche contingentato secondo le norme anti Covid-19 con prenotazione obbligatoria dei posti. E’ possibile scrivere alla seguente mail: ufficiopolitichegiovanili@comune.chiaravalle.an.it oppure chiamare il numero 071.9499295.