Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
20 mag 2022

Rimorchiatore affondato a Bari, morti e dispersi. "Subito 4 ore di sciopero al porto"

Era partito da Ancona e due delle vittime sono anconetane. Ma alla banchina 3 del molo Rizzo i lavoratori dei rimorchiatori si fermano in presidio

20 mag 2022

Ancona, 20 maggio 2022 - Incidente del rimorchiatore Franco P., istituzioni cittadine unite nel cordoglio per le famiglie delle vittime, in particolare le due anconetane. Tristezza e rabbia, la stessa evocata stamattina dalle 9 alla banchina 3 del molo Rizzo del porto di Ancona al presidio dei lavoratori del porto. I rimorchiatori in sciopero per 4 ore in attesa di capire come si sono svolti i fatti in Adriatico: "Il lavoro del marittimo portuale – attaccano Cgil, Cisl e Uil trasporti – è molto rischioso e attiene anche alla disciplina della sicurezza della navigazione, rappresentata dal codice della regolamentazione internazionale Solas e Imo. Al momento si sa che a bordo del rimorchiatore si trovavano, assieme al comandante, Giuseppe Petralia, 63enne di Catania, raggiunto e recuperato vivo dalla motonave Split, anche il direttore di macchine Mauro Mongelli, 59enne di Molfetta; il concittadino nostromo Sergio Bufo di 60 anni; Massimo Andrea Loi, 58enne sardo residente ad Ancona; Luciano Bigoni, civitanovese 65enne residente nel capoluogo marchigiano e Ahmed Jelali, tunisino 63enne residente a Pescara. Intanto stamattina il pontone AD3, trainato dal rimorchiatore Paul, è arrivato nel porto di Bari attraccando alla banchina 31.  Vicinanza alle famiglie dei marittimi Il rischio sulle navi spesso è legato alla costituzione degli equipaggi, ai loro profili professionali, all’organizzazione del lavoro a bordo e alla definizione dei percorsi abilitanti e di formazione oltre che alla gestione delle emergenze e al complesso sistema di controllo pubblico esercitato sulle navi ai fini della salute e sicurezza sul lavoro. Per questi motivi è da molti anni che i sindacati di categoria chiedono di superare la normativa specifica sulla salute e sicurezza del settore marittimo portuale. Perché simili tragedie non avvengano più. Oggi, però, piangiamo i cinque marittimi e siamo vicini alle loro famiglie". Vicinanza alle famiglie dei marittimi è stata espressa dal presidente ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?