La polizia durante i controlli notturni
La polizia durante i controlli notturni

Senigallia (Ancona), 17 febbraio 2020 - Semina il panico durante la movida aggredendo i clienti dei locali del Foro Annonario. E’ stato un sabato sera di follia nel cuore del centro storico. A creare scompiglio e anche attimi di paura è stato un ucraino di 30 anni che, completamente ubriaco, ha preso a calci e pugni sconosciuti avventori di alcuni locali, scatenando di reazione una rissa, e ad uno ha anche rubato il cellulare. C’è voluto l’intervento di due pattuglie della Polizia, con tanto di soccorso dell’ambulanza per curare i feriti, per riportare l’ordine. Tutto è cominciato quando alla Polizia è arrivata una richiesta di intervento al Foro Annonario dove era in corso una rissa che vedeva coinvolte diverse persone. Sul posto sono subito arrivati due equipaggi del Commissariato, già impegnati nei controlli del sabato sera, ed effettivamente hanno hanno trovato alcune persone venute alle mani. Le persone coinvolte sono state bloccate e separate.

Contemporaneamente sul posto è intervenuta anche un'ambulanza del 118 per prestare soccorso agli avventori della rissa che si erano procurati alcune ferite lievi. Gli agenti hanno identificato tutte le persone coinvolte ed hanno ricostruito la dinamica dell’accaduto. A quel punto è emerso che la miccia era stata innescata da un giovane straniero, ubriaco, che poco prima si spostava da un tavolo ad un altro importunando e spingendo i presenti. Il ragazzo si è anche scagliato contro un 50enne, seduto in un locale insieme ad amici, spingendo e colpendolo più volte. A quel punto ne è nata una colluttazione, con il giovane caduto a terra e con gli altri avventori che si sono allontanati per evitare ulteriori scontri. Pochi istanti dopo il 50enne si è accorto di non avere più il cellulare. Gli agenti hanno avviato le ricerche e con l’uso di una applicazione hanno individuato il telefonino che è stato ritrovato addosso al giovane ubriaco, protagonista della rissa al Foro, che nel frattempo si era recato da solo al Pronto Soccorso. Identificato, il giovane è risultato S.K., un ucraino di 30 anni, che alla fine è stato denunciato per lesioni e ricettazione.