Quotidiano Nazionale logo
7 mag 2022

Russo e ucraino: due poeti sul palco

Sergej Gandlevskij e Boris Chersonskij saranno ospiti di una serata speciale al festival "La punta della lingua"

Due grandi poeti, Sergej Gandlevskij e Boris Chersonskij, per la prima volta condivideranno lo stesso palco, quello del Festival Internazionale di poesia totale ‘La Punta della Lingua’ di Ancona dal 18 al 28 giugno (la data alla Mole è ancora da definire). E già questa sarebbe una notizia, quantomeno per gli appassionati di poesia. Il fatto è che il primo è russo, e il secondo ucraino. Non ci sarebbe bisogno di aggiungere altro. Ad ogni modo accadrà quello che ci si aspetta, salvo imprevisti: i due poeti presenteranno la loro opera, e racconteranno il difficile momento storico che stanno vivendo i loro Paesi di origine, impegnati in una guerra che ai più pare assurda, soprattutto per le conseguenze che ha e che potrebbe avere in futuro. Chersonskij, poeta, traduttore, psichiatra e professore di psicologia clinica, abitualmente vive fra Odessa e Kiev. Il suo sostegno all’Ucraina indipendente e l’ostilità ai movimenti filorussi gli sono costati minacce di vario tipo e un attacco terroristico contro la sua casa di Odessa. Con l’aiuto del festival ‘Incroci di Civiltà’ e del Joseph Brosdky Fellowship Fund, è riuscito a lasciare il suo paese per sfuggire alla guerra, e ora risiede a Venezia. Tra i suoi lavori c’è ‘Missa in tempore belli’, ispirato al conflitto russo-ucraino, quello iniziato nel 2014. Gandlevskij, nato a Mosca, è considerato dalla critica russa un classico vivente. Dalla fine degli anni ’80 si è affermato come uno dei più interessanti poeti contemporanei, e dal 1994 è responsabile del settore critico e pubblicistico della prestigiosa rivista russa "La letteratura straniera". Ha pubblicato numerosi volumi di poesia, tradotti in molte lingue, due romanzi, una raccolta di saggi e la prosa autobiografica ‘Passato senza pensieri’. Ha vinto numerosissimi premi letterari tra cui il premio speciale della Fondazione Josif Brodskij. Ha partecipato al "Festival delle Letterature" di Mantova nel 2011.

La diciassettesima edizione del Festival ‘La Punta della Lingua’, co-diretto dal poeta Luigi Socci e dal critico Valerio Cuccaroni, si svolgerà quest’anno dal 18 al 28 giugno in cinque luoghi delle Marche: Ancona, Castelfidardo, Recanati, Macerata e Montelparo, in provincia di Fermo. Tantissimi gli ospiti previsti in cartellone, tra cui Liz Lochhead (già Makar - Poeta nazionale scozzese), Carol Ann Duffy (già Poet Laureate del Regno Unito), Valerio Magrelli e Ida Travi. Molti altri nomi di rilievo nazionale e internazionale saranno annunciati nei prossimi giorni. Nato nel 2006, il festival ha ospitato negli anni circa 600 autori provenienti da Stati Uniti, Germania, Gran Bretagna, Spagna, Polonia, Romania, paesi balcanici e paesi baltici; 450 gli eventi complessivi, con ibridazioni tra poesia, web, teatro, musica e cinema.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?