Scalinata del Passetto in ritardo

Scalinata del Passetto in ritardo

Scalinata del Passetto in ritardo

I lavori per il restauro della splendida scalinata del Passetto, dal Monumento ai Caduti alla ‘lunetta’, in ritardo già per il primo lotto, il titolare dei lavori pubblici rassicura: "Abbiamo dovuto applicare una variante sul progetto originale per quanto concerne la modifica del sistema di illuminazione – ha detto l’assessore Tombolini (nella foto) – La variante verrà approvata entro i prossimi giorni e quindi il cantiere ripartirà e il termine dei lavori dovrebbe essere a cavallo tra la fine di dicembre 2023 e l’inizio di gennaio 2024".

Il ritardo però è consistente, come sottolineato da Giacomo Petrelli (Partito Democratico) nella sua interrogazione. La fine dei lavori del primo stralcio del primo lotto, per 500mila euro (la parte destra della scalinata scendendo a mare) doveva finire a Ferragosto a cui è stata poi applicata una proroga di sessanta giorni; il 14 ottobre però il cantiere non è ripartito. Intanto il procedimento va avanti per la parte restante dell’appalto: "Il secondo stralcio del primo lotto – ha aggiunto l’assessore ai lavori pubblici – vedrà l’approvazione dell’affidamento dei lavori entro il 2023 (costo 250mila euro), mentre per quanto riguarda il secondo lotto è già inserito nella variazione del piano triennale delle opere pubbliche. In questo caso si tratta della parte più consistente dell’opera sotto il profilo economico, un milione e 50mila euro, che significa un impegno di spesa complessivo di 1,8 milioni di euro". I ritardi dell’opera però si stanno accumulando e rischiano di spostare i tempi molto in avanti.