PIERFRANCESCO CURZI
Cronaca

Squadre anti degrado. Quattro agenti "speciali" contro i bivacchi e le occupazioni abusive

Da ieri in azione i gruppi di agenti della polizia locale agli ordini del comandante Caglioti, come disposto dall’assessore Zinni: "Agiremo dove vengono segnalate situazioni di inciviltà".

Squadre anti degrado. Quattro agenti "speciali" contro i bivacchi e le occupazioni abusive

Squadre anti degrado. Quattro agenti "speciali" contro i bivacchi e le occupazioni abusive

"Squadra anti-degrado", al via ieri in tutta la città l’esperimento voluto dall’assessore alla sicurezza, Giovanni Zinni, e dal nuovo comandante della polizia locale, Marco Caglioti. Non è il remake di un vecchio film poliziottesco, ma un progetto ben definito che mira a estirpare le problematiche legate alla sicurezza, attiva e passiva.

Squadre speciali particolarmente snelle, al momento composte da quattro agenti di esperienza sul campo e formati per tutto ciò che concerne la sicurezza. Avranno il compito di pattugliare l’intero territorio comunale intervenendo sia in situazioni di micro-criminalità, che in situazioni di occupazioni abusive sia per il controllo del patrimonio comunale. Non si occuperanno delle questioni relative al mantenimento delle proprietà privata o del fenomeno dell’abbandono di rifiuti che rimarrà in capo alla sezione edilizia ambiente. Tuttavia, risponderanno alle varie segnalazioni sulle tematiche avendo particolare cura del controllo delle persone e del territorio facendo si che la cosa pubblica possa essere usufruita indistintamente da tutti. I senza fissa dimora, dopo la conclusione dell’ordinanza anti-bivacchi da parte dell’amministrazione comunale, tornano al centro delle attenzioni.

In particolare i clochard che occupano immobili di proprietà pubblica, le occupazioni abusive da parte di soggetti che non hanno titolo, segnalazioni di micro-spaccio, deturpamento di immobili. Situazioni che creano allarme sociale, compresi gli atti osceni contro la pubblica decenza. Fenomeni che nei mesi scorsi si sono ripetuti in alcuni punti della città, dal Palaveneto in via Menicucci, passando per l’allarme sociale in piazza Malatesta, le occupazioni in via Torresi e così via: "I pattugliamenti _ spiega il comandante dei vigili Marco Caglioti _ saranno attuati nell’arco temporale del servizio svolto dalla polizia locale, in sinergia con le altre forze dell’ordine. Invitiamo quindi i cittadini a segnalare le situazioni di degrado o di inciviltà alla nostra centrale operativa, così da metterci in condizione di intervenire in tempi brevi.

Ringraziamo inoltre tutti coloro che finora si sono fatti portavoce delle esigenze dei nostri quartieri segnalando comportamenti contrari alla conservazione dei beni pubblici". C’è poi il commento del vicesindaco Zinni: "Le operazioni saranno condotte nelle zone dove i cittadini indicano situazioni di inciviltà e comportamenti che creano allarme sociale. Queste operazioni si compiono nello spirito della collaborazione tra Comune, polizia locale e cittadini. La cura della nostra città attraverso comportamenti virtuosi e di tutela dei luoghi che non vanno imbrattati né rovinati in alcun modo, con l’esercizio di una responsabilità sociale in modo che il decoro e la sicurezza non siano messi a rischio".