Quotidiano Nazionale logo
14 mag 2022

Stagione balneare 2022: Portonovo come a luglio. E' boom

Giornate estive, migliaia di persone in spiaggia con un mare cristallo. I parcheggi non sono aumentati, il problema polveroni

claudio desideri
Cronaca
Spiaggia piena, parcheggi assaltati, solita fila di macchione in divieto sulla provinciale e raffica di multe
Spiaggia piena, parcheggi assaltati, solita fila di macchione in divieto sulla provinciale

Ancona, 15 maggio 2022 - A Portonovo l’estate è già arrivata. Il caldo improvviso e un mare strabiliante hanno portato, ieri, a riammirare la spiaggia più amata dagli anconetani, piena come a luglio. Ombrelloni aperti ovunque, persone intente a fare i primi bagni, barche è motoscafi ormeggiati al Trave. Già dalle prime ore del mattino i due grandi parcheggi del Lago Grande e della Torre erano al completo con le auto in fila in attesa di poter accedere all’ambito box. A sorvegliare, i ragazzi in maglia verde, non più bianca come lo scorso, anno dopo che l’appalto per i servizi a Portonovo è stato affidato quest’anno alla Cooperativa Atlante ed Opera. Fortunatamente per i bagnanti il costo della sosta non è aumentato e sino al 30 giugno si dovrà pagare per l’intera giornata cinque euro. Poi sino al 31 agosto la tariffa passerà a undici euro.

Approfondisci:

Turismo, gli albergatori: "Basta col reddito di cittadinanza, servono lavoratori"

Prezzi invariati come invariati sono i problemi da sempre legati ai posti auto insufficienti, alle buche e alla polvere che si alza al semplice passaggio delle auto trasformando il lussureggiante sotto bosco circostante in una prateria californiana. Non si può avere tutto e l’importante è trovare un posto al sole dove stendersi e godersi il blu intenso del mare.

"La stagione è partita bene. - ha detto Edoardo Rubini dello stabilimento Emilia - Tutti gli ombrelloni sono stati occupati anche se ci dispiace essere stati costretti a non accontentare tutte le richieste e a mandare via le persone perché la poca spiaggia rimasta, dopo le mareggiate dell’inverno, ci costringe attualmente a mettere meno postazioni, circa la metà di quelle che abbiamo di norma. Ma siamo comunque contenti per queste prime atmosfere che preannunciano una bella estate".

La spiaggia sul lato Ramona - Molo è, infatti in attesa di essere sistemata dal Comune, che ha competenza per le spiagge libere e i lavori sin qui eseguiti sono quelli dei bagnini che già da prima di Pasqua hanno iniziato a fare le manutenzioni per renderla comunque più fruibile. Diversa la spiaggia lato Capannina, risparmiata dal mare, ma non così sul lato Torre dove il Clandestino sembra appoggiarsi sull’aria. Ciò nonostante lo spazio per prendere il sole lo si trova, come i molti bagnanti che hanno preso la sdraio allo stabilimento di Paolo Bonetti: "Abbiamo avuto tante richieste - ha sottolineato - anche se al momento abbiamo poca spiaggia a disposizione. Ma da qui all’inizio dell’estate possono esserci ancora mareggiate e come privati interverremo più avanti per sistemare bene l’arenile".

A preannunciare l’estate, ieri, sono state, però, anche le prime multe che i Vigili Urbani hanno inflitto a chi incurante dei divieti ha parcheggiato l’auto fuori dagli spazi consentiti lungo la provinciale del Conero, sopratutto sopra la spiaggia di Mezzavalle, super gettonata e nei tratti stradali che portano direttamente alle spiagge della baia dove è vietato parcheggiare.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?