Ancona 5 agosto 2021 - Non vedeva l'ora di tornara a casa, nella sua Ancona, con la medaglia d'oro conquistata nel salto in alto alle Olimpiadi di Tokyo. E così Gianmarco Tamberi, per tutti Gimbo, ieri dopo aver trascorso il giorno prima a Roma appena atterrato dal Giappone, ha preso l'auto e insieme alla sua ragazza e futura moglie Chiara, è arrivato a casa. "È bello tornare nella mia città e vedere la gente dai terrazzi che mi fa i complimenti. È bello tutto questo. Grazie, grazie". 

Gimbo Tamberi ad Ancona dopo l'oro: "Devo realizzare, ma ce l'abbiamo fatta"

Gianmarco Tamberi mostra la medaglia d'oro olimpica

L'arrivo di Tamberi a Fiumicino: abbracci ed emozioni davanti al microfono - Quando Tamberi volò in alto...al PalaCarrara - La madre: "Gianmarco, il mio ragazzo d'oro"


Sono le prime parole del neo campione olimpico, rilasciate al Carlino, che sotto casa ha trovato striscioni con ringraziamenti per quanto fatto. Anche molto stanco non si è sottratto a foto con i passanti mentre Chiara ha sfoderato dalla borsetta la medaglia d'oro. Tre le macchine che suonavano i clacson e i vicini di casa che avevano addobbato l’atrio del palazzo dove abita Gimbo, stanco ma sempre sorridente, ha rimarcato come "è bello vedere che mi fanno i complimenti. La gente qui mi ha sempre sostenuto in questi anni e fa piacere. Non vedevo l’ora di tornare a casa, nella mia città di rivedere la mia gente. La prima cosa che farò entrando in casa? Mettermi sul divano a quattro di spade ma ancora prima metterò la medaglia insieme alle altre".