Tenta il furto in un negozio. Denunciato un 40enne

Si trattava di un romano appena sceso da un treno: decisive le telecamere. Aveva preso a calci la vetrina d’ingresso di un’attività, frantumandola.

Tenta il furto in un negozio. Denunciato un 40enne
Tenta il furto in un negozio. Denunciato un 40enne

Era appena sceso da un treno nella vicina stazione ferroviaria, prima di dirigersi verso il centro abitato e tentare, maldestramente, un furto all’interno di un esercizio commerciale. Per introdursi nel locale, un negozio del cuore cittadino falconarese, aveva persino preso a calci la vetrina dell’ingresso, frantumandola e lasciando evidenti segni del suo passaggio. Poi, quando ormai era chiaro che il colpo non andasse a buon fine, ha pensato bene di andarsene, convinto di farla franca. Evidentemente non aveva fatto i conti con le telecamere di sicurezza, però, che l’hanno inchiodato alla prova dei fatti. Decisiva anche una precedente identificazione nei suoi confronti effettuata nel corso dello stesso pomeriggio. E anche se ci sono voluti alcuni mesi d’indagine, il responsabile è stato comunque individuato e denunciato per il reato di tentato furto aggravato. Trattasi di un quarantenne, residente a Roma, ora deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Ancona presso il Tribunale dorico dai carabinieri della locale Tenenza. Gli uomini guidati dal comandante Giuseppe Esposito hanno iniziato ad indagare sul suo conto dopo che questi, nella serata del 28 agosto, aveva provato ad accedere in un’attività del centro per rubare e, come si è detto, fracassando la vetrina a calci. I militari dell’Arma falconarese sono giunti alla sua identificazione, attraverso la visione delle immagini del sistema di videosorveglianza di un locale del posto. Ma non solo. Decisivo si è rivelato infatti anche il controllo dei carabinieri effettuato, casualmente, il pomeriggio, durante le normali attività di routine su territorio. Tant’è che una volta incrociate le prove, gli operatori della caserma di via Puglie non hanno avuto difficoltà nel riconoscerlo. Si è appreso inoltre che l’uomo, quel giorno, dopo essere sceso dal treno alla stazione ferroviaria di Falconara, aveva cominciato a girovagare per la città, fino a quando non ha tentato il furto, verosimilmente certo di non essere riconosciuto perché non abitante in zona, bensì nella Capitale. Niente di più sbagliato: il precedente controllo abbinato alle immagini delle spycam l’hanno assicurato alla giustizia.

g. g.