Terremoto Marche, la conferenza stampa della Regione con il presidente Ceriscioli
Terremoto Marche, la conferenza stampa della Regione con il presidente Ceriscioli

Ancona, 7 agosto 2019 - "Siamo a tre anni dal sisma e ad un anno dall’insediamento del nuovo Governo che si era impegnato in campagna elettorale ad essere promotore di una svolta. Era stata promessa un'accelerazione delle procedure attraverso la semplificazione, più personale a servizio della ricostruzione e risorse per poter andare avanti.  Invece ci siamo trovati con il governo dello zero". Queste le parole del presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli oggi nel corso della conferenza stampa che si è svolta a Palazzo Raffaello per rendicontare quanto stato fatto a tre anni dal sisma. Presenti anche la vicepresidente Anna Casini, gli assessori alla Protezione Civile Angelo Sciapichetti e al Bilancio Fabrizio Cesetti e il direttore dell’Ufficio speciale ricostruzione Cesare Spuri. Nel corso dell’incontro con i giornalisti sono stati forniti i dati relativi alle risorse impiegate e alle attività svolte.

I numeri e gli investimenti

La Regione Marche nel complesso in questi 3 anni ha destinato all’emergenza 904 milioni di euro così suddivisi: cas (contributo autonoma sistemazione) 202,9 milioni; sae  (soluzioni abitative di emergenza) 238,1 milioni; urgenze ee.ll. 126 milioni; alberghi 88 milioni; acquisto immobili 41,3 milioni; macerie 37,8 milioni; agricoltura 29,5 milioni; beni culturali 14,1 milioni; delocalizzazione attività produttive 10,3 milioni; trasporti 10,3 milioni; oneri personale 8,6 milioni; attività didattica 3,6 milioni; servizi sociali 3,5 milioni.

Per la ricostruzione privata sono state autorizzate 2.791 pratiche per un totale di 415 milioni di euro e per la ricostruzione pubblica sono stati approvati 223 progetti per un totale di 121,5 milioni di euro.

Nell’ambito del Piano di sviluppo rurale sono stati emanati bandi per 93 milioni  ed erogati 23 milioni di risorse a 3.277 aziende. Per quanto riguarda infine il FESR (Asse 8) ammontano a 92 milioni le risorse stanziate attraverso i bandi. Ad oggi 315 beneficiari pubblici e privati hanno ricevuto 8 milioni di euro.

TERREMOTOCENTROITALIA_34552377_162909

La rabbia del presidente

"In un anno il Governo non ha semplificato le norme - ha detto Ceriscioli -, nonostante gli emendamenti richiesti dalle Regioni con le Marche capofila e infatti il ritmo della ricostruzione procede esattamente come procedeva prima, quando le risorse erano tante, ma ci eravamo  accorti che andavano cambiate le regole. Non  è stata data inoltre nessuna unità di personale di più, neanche quelle previste  e finanziate. Abbiamo chiesto a più riprese di sbloccare le 120 persone che devono arrivare all’Ufficio speciale per la ricostruzione, ma senza risultato. Il fatto è che se non ci sono  persone in più e le regole  restano quelle di prima, in termini di accelerazione, anche la ricostruzione va a zero. Devo inoltre aggiungere che zero sembra essere  l’interesse rispetto alle preoccupazioni e all’ansia della popolazione. Stesso discorso in termini di vicinanza a questa gente. Un esempio concreto è la visita del Papa  a Camerino  per incontrare i terremotati alla quale non era presente nessun rappresentante del Governo. Il tema del sisma è stato derubricato dall’agenda di Governo. Si parla  per una settimana di una barca con 20 migranti, ma non si parla per niente di quelle 30.000 persone che sono ancora oggi fuori dalle loro case".

Delegazione di Forza Italia ad Arquata

Domani una delegazione di Forza Italia, guidata dalle capogruppo al Senato e alla Camera, Annamaria Bernini e Mariastella Gelmini, visiterà le zone terremotate del centro Italia. Alle 10.30 gli esponenti azzurri saranno a Norcia (Perugia) dove incontreranno il sindaco Nicola Alemanno a Porta Romana. Alle 12.30 arriveranno ad Arquata del Tronto (Ascoli Piceno) per incontrare il sindaco Aleandro Petrucci e gli amministratori locali nella sede provvisoria del Municipio. Ad accompagnare la delegazione il coordinatore Enti locali del partito, Marcello Fiori, i senatori Fiammetta Modena e Andrea Cangini, gli onorevoli Simone Baldelli, Raffaele Nevi e Katia Polidori, coordinatore regionale dell'Umbria. "Nel corso della giornata, gli esponenti di Forza Italia - spiega il partito in una nota - incontreranno i cittadini, gli imprenditori e i commercianti del luogo per parlare delle iniziative parlamentari mirate a sbloccare e accelerare l'iter della ricostruzione e per ascoltare le criticità e i problemi più gravi da affrontare".